Recensioni negative: gli Hotel e le offerte su Smartbox

smartbox

Conosci Smartbox? E’ un servizo che consente di acquistare dei cofanetti regalo di vario tipo, tra cui offerte di soggiorno presso strutture alberghiere, davvero molto interessanti lato utente ed albergatore.

Ho avuto la fortuna di ricevere questo regalo ma ho dovuto fare i conti con una tristissima realtà…

Smartbox visto dal punto di vista dell’albegatore è davvero una bellissima occasione per promuovere le proprie offerte di soggiorno ad un buon prezzo sia per lui che per il cliente. Oltre a questo l’albergatore ha il vantaggio di farsi della sana pubblicità online attraverso il portale Smartbox (con una scheda della struttura) ma anche attraverso un mini catalogo cartaceo in dotazione alla persona che acquista il cofanetto.

Il giorno del mio compleanno ho ricevuto questo mini catalogo e ho cominciato a sfogliarne le numerose pagine. Tantissime le strutture alberghiere tutte ordinate per regioni, con brevi descrizioni dei servizi, del luogo di ubicazione e qualche buona foto per rendere l’idea.

Con questo catalogo tra le mani non dovevo far altro che scegliere accuratamente dove trascorrere un paio di notti. Mi sono dunque munito di pazienza e computer per cercare di approfondire i dettagli delle prime strutture alberghiere che rientravano nella ristretta cerchia della mia scelta.

La prima delusione è stata rendermi conto di come ci siano ancora tantissimi siti istituzionali orribili. Orribili per alcuni è un complimento. Non scherzo se ti dico che la paginetta informativa del catalogo (misura 10×10 cm) era realizzata ed organizzata molto meglio delle pagine web. Ma dato che ho già dibattuto in passato su questi argomenti non voglio infierire e voglio piuttosto parlare di altro…

Dopo aver dato un rapido sguardo ai siti, mi sono concentrato sulla reputazione delle strutture. Passando da una struttura all’altra mi rendevo conto di una cosa: ogni volta che c’era di mezzo Smartbox le recensioni erano decisamente negative. Nella sostanza, per riassumere un pò tutte le recensioni che ho letto, si diceva:

Attenzione a chi prenota con Smartbox: personale dell’albergo scortese e trattamento al di sotto delle aspettative.

Non voglio stare qui a fare un elenco delle varie strutture che ho incontrato che presentavano tali pessime recensioni. Non lo trovo corretto. Però voglio fare qualche domanda agli albergatori e magari anche a quelli che utilizzano già questo sistema di promozione:

  1. Perchè usufruite di queste promozioni se poi il trattamento che riservate non è all’altezza di quello che un cliente si aspetta?
  2. Perchè pensate che se un cliente usufruisce di uno sconto, al quale voi stessi aderite, poi dovete fargli “pagare il prezzo pieno” in altro modo?
  3. Ma soprattutto: perchè vi lamentate delle recensioni negative che vi fanno i clienti quando non siete in grado di sfruttare al meglio promozioni online che voi stessi avete scelto?

Per mia fortuna sono riuscito a trovare una struttura con un personale molto gentile e disponibile per qualsiasi cosa e che non fa differenze di trattamenti a seconda del prezzo prenotato. Mi auguro quindi di non subire la stessa sorte di molti altri clienti che hanno utilizzato Smartbox presso altre strutture alberghiere.

E se per Groupon si verificassero gli stessi problemi? Qui poi gli sconti sono ancora più esagerati. Chissà cosa dovrebbe aspettarsi un cliente.

Quando mi ero “scagliato” contro TripAdvisor perchè non tutela gli albergatori attraverso una certificazione delle recensioni ne ero e ne sono molto convinto. Però…chi tutela i clienti dal ricevere trattamenti di scarso rendimento?

Caro albergatore, se le prenotazioni a basso prezzo non ti piacciono allora evita di aderire perchè poi non ha senso piangere su una recensione negativa del tutto meritata!

Recensioni negative: gli Hotel e le offerte su Smartbox ultima modifica: 2011-07-11T09:09:26+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.

  • Smartbox per la mia esperienza è stato un vero pacco !! Se chiami per prenotare non devi dire che hai sb perchè è sempre tutto occupato. Non c’è bisogno di essere Seth Godin per capire che è completamente controproducente per la struttura recettiva. Eppure l’idea di fondo di sb è buona, peccato.

    • Ciao Andrea,
      ma ti sei domandato perchè trovi sempre occupato??

      Allora se l’albergatore ha il tutto esaurito ogni volta che gli arriva qualcuno da un servizio a cui lui stesso ha sottoscritto, per quale motivo sceglierlo?

  • Smartbox per la mia esperienza è stato un vero pacco !! Se chiami per prenotare non devi dire che hai sb perchè è sempre tutto occupato. Non c’è bisogno di essere Seth Godin per capire che è completamente controproducente per la struttura recettiva. Eppure l’idea di fondo di sb è buona, peccato.

  • Smartbox Italia

    Buongiorno Danilo, abbiamo letto il suo interessante articolo sulle recensioni
    negative di alcuni hotel partner di Smartbox e cogliamo l’occasione per
    sottolineare che monitoriamo la qualità della partnership a tutela dei
    nostri clienti e non rinnoviamo la collaborazione con le strutture presenti nei nostri cofanetti regalo quando ci sono problemi come quelli citati nel suo articolo.

    • Buongiorno!
      Sono contento di trovare un vostro diretto interesse sulla questione. Il mio post è ovviamente indirizzato non a colpire il servizio Smartbox, ma a chi usufruisce di tale servizio. Credo che non rinnovare l’adesione al vostro portale per alcune strutture alberghiere sia il minimo. Una sorta di giustizia per quei clienti che subiscono “regali” non tanto piacevoli.

  • Grande articolo come al solito Danilo. Questo è quello che troppo spesso mi sono domandato anche io. Perchè? Purtroppo c’è questa mentalità totalmente sbagliata in alcuni (non tutti per carità) albergatori che meno si paga e meno si deve dare al cliente. Io invece trovo che queste forme di promozione (perchè di quello si tratta) siano incredibilmente potenti se ben utilizzate. Ma in Italia siamo molto indietro… c’è ancora tanto da fare!

    • Grazie Stefano, credo che ogni forma di promozione online possa avere un potenziale se si conoscono i propri obiettivi e se si fanno le cose con intelligenza :)

  • confermo e sottoscrivo quanto hai detto, il cliente va trattato in egual maniera, che venga dal sito diretto che dalle promozioni più spartane . . . . 

  • Diego Furlani

    Ciao Danilo,
    ho letto con attenzione il tuo articolo dopo averlo visto postato su fb dall’amico e ex collega Francesco. L’ho letto con l’occhio critico di persona del settore (ho lavorato in Emozione3, sono in RegalONE).
    Sono domande che mi pongo quotidianamente, spesso anche per capire i motivi per cui una struttura non accetti una proposta (quindi prima dell’inserimento sul cofanetto stesso) che ha vantaggi in termini di visibilità e di ritorno economico e zero rischi (l’inserimento generalmente non costa).
    Le risposte che mi sono dato io sono diverse. Puntualizzandole:
    – il modello cofanetto regalo non ha stagione (prezzo di alta e bassa stagione coincidono)
    – le prenotazioni non sfruttano sistemi moderni on line che vengono utilizzati nel turismo
    – molte strutture hanno un numero decisamente limitato di camere (anche una sola) per cui è facile da riempire
    – il modello cofanetto regalo non sfrutta il sistema del contingente camere (per il motivo di cui sopra – poche camere – è difficilmente percorribile)
    – il modello cofanetto regalo prevede soggiorni brevi, che in determinate zone (mare-stagione estiva; montagna-stagione invernale) si scontrano con il tradizionale “minimum stay” richiesto dalle strutture ricettive
    – lo sconto richiesto rispetto al prezzo di vendita del cofanetto è qualche decina di punto percentuale rispetto al tradizionale.
    Accettate le condizioni, però, è assolutamente scorretto (una sorta di comportamento opportunista da parte della struttura) quello di non accettare le prenotazioni di clienti perchè hanno il cofanetto regalo.
    Diego

    • Ciao Diego,
      le tue osservazioni sono senz’altro corrette :-)

      Il discorso delle poche camere rispecchia diverse realtà. E’ un pò quello che accade su Groupon. L’acquisto di un soggiorno, come di qualsiasi altra offerta, è da “consumarsi” entro 6 mesi. Lo stesso avviene anche su Smartbox il cui tempo limite è più ampio. Non vorrei dire una scemenza ma intorno ai 10 mesi. Quindi il cliente ha del tempo prima di trovare il giorno giusto per soggiornare e deve essere l’albergatore a contribuire in questo.

      Il problema non è tanto il fatto di scontrarsi con il rischio di overbooking. Nel mio caso ho trovato altre strutture che ad una mia chiamata dicevano di riprovare nei giorni di un mese più avanti nel tempo. Quindi alcuni la disponibilità te la propongono per altri giorni (anche se sarebbe da vedere pure questa cosa. Magari per me di Smartbox c’è il tutto esaurito per un altro invece no).

      Il problema nel caso del mio post era più relativo a ciò che avviene quando un cliente riesce ad effettuare il soggiorno. Le recensioni negative da parte dei clienti sembrano essere tutte dovute ad un “cattivo” trattamento da parte della struttura alberghiera che intravede nel “cliente Smartbox” qualcosa di divero :-) Della serie “due prezzi due misure”.

      L’elenco che proponi è molto interessante per una cosa: sono tutti punti che l’albergatore dovrebbe tenere presente prima di aderire a queste iniziative. Se questi punti non gli stanno bene oppure entrano in collisione con la sua realtà allora dovrebbe valutare bene l’adesio a portali di promozione come Smartbox o altri ;-)

      Grazie davvero per il commento e lo spunto di riflessione che hai offerto.

      • Carissimi, 

        entro volentieri nella discussione… in particolare per avvalorare la tesi del buon Danilo, dato che anch’io ho vissuto esperienze semi-negative per un recente soggiorno a Torino acquistato su Groupon.Ho inviato una prima email e non mi hanno risposto. Ho chiamato 2 volte per cercare una disponibilità nelle settimane successive, ma era tutto esaurito. Ho inviato altre email, chiedendo disponibilità anche in date lontanissime… Niente da fare. Per correttezza ho sempre specificato che avevo un voucher Groupon. Alla fine, quando ormai mancava un mese alla scadenza, ho chiamato semplicemente per chiedere una stanza e – magia – avevano posto per due weekend consecutivi. -.- La conferma che l’ospite Groupon non era il loro cliente ideale l’ho avuta quando sono arrivato in camera. Il letto era “alla francese” (in sostanza era una camera singola con un letto un po’ più grande di una piazza e 1/2) e lo spumante in camera non si è visto.  Ciò nonostante l’hotel era di buon livello, coerente con le aspettative. Il personale estremamente cortese e disponibile… quindi il saldo è stato comunque positivo… ma che fatica!!! :D Di certo un cliente più rompipalle di me non avrebbe esitato a rifilare una recensione negativa, anche solo per la fase di prenotazione.Confermo che – prima di proporre una struttura su Groupon – forse gli albergatori dovrebbero prendere più coscienza di vantaggi e svantaggi, in particolare quando le commissioni sono così elevate. Ciao a tutti e a presto! :DFrancescoPS: il voucher SmartBox dura 12 mesi (v. post qui sopra di Danilo)

        •  Eh si le differenze vengono fatte sicuramente. E’ vero che alcuni clienti hanno la tendenza a lamentarsi per ogni cosa, come dice Diego qui sotto, però è anche vero che ci sono altri che sono molto obbiettivi. Bisogna sempre soppesare le problematiche da una parte e dall’altra, senza però dimenticarsi che alla base il problema c’è ed è reale.

          Francesco grazie per la correzione sulla scadenza dello Smartbox :-)
          Ovviamente poi in sede privata mi dirai qual è l’Hotel e ti obbligherò a recensirlo per il bene della community Travellers :D

  • Tutti i clienti sono uguali di fronte una prenotazione, sia essa diretta, attraverso OLTA, Groupon, Smartbox, etc etc … bravo Danilo !

  •  I miei amici fanno così: telefonano senza dire che sono clienti sb, prenotano e poi a fine telefonata dicono di avere il cofanetto. L’agriturismo, che poi era un b&b, dovo sono andato io aveva delle foto pazzesche sul cofanetto poi però la realtà era un pò diversa…

    • Eheh Andrea proprio per questo dicevo che la paginetta illustrativa sul catalogo era più accattivante del sito di alcuni hotel. :-) Evidentemente su Smartbox sanno vendersi meglio!

  • Ciao Danilo, articolo ben fatto e concordo pienamente su quanto dici.
    Io lavoro per Matrix e gestisco anche le offerte su Jumpin (concorrente di Groupon) pubblicizzate su Virgilio.it.

    Quando faccio la trattativa con il mio cliente puntualizzo molto bene il fatto che le persone che arrivano nella sua struttura con il coupon Jumpin, dovrebbe essere trattato come qualsiasi altro cliente, perchè se è vero che a volte non ci guadagnano nulla o comunque pareggiano le spese, è anche vero che un nuovo cliente ha conosciuto la loro struttura, e di conseguenza i loro servizi. Se vengono trattati “male” di sicuro non ci torneranno mai, e peggio ancora comincia il “tam tam” negativo in rete (e sappiamo bene cosa significa). Mentre se il cliente viene trattato bene, molto probabilmente succede che torna (cliente fidelizzato) e può far passare il giudizio positivo in rete oltre che consigliare la struttura (passaparola).

    I titolari delle strutture che decidono di utilizzare i gruppi d’acquisto devono capire che questo è un modo per farli conoscere ai NUOVI clienti, si tratta di pubblicità gratis per avere nuovi clienti.
    L’errore più grosso che possono fare però, è trattare questi clienti come clienti da serie B, un errore che può costare molto caro. In questo caso è molto meglio lasciar stare e non aderire a questi servizi.

    Complimenti per il blog, argomenti molto interessanti da seguire.
    Ciao!
    Stefano
     

    • Ciao Stefano,
      grazie per i complimenti e grazie anche per il tuo commento.

      Si conosco Jumpin ed è rassicurante il fatto che vengano prese le dovute precauzioni al momento della sottoscrizione da parte degli hotel. Come hai fatto ben capire, i gruppi di acquisto possono diventare un’arma a doppio taglio o un boomerang. Bisogna sfruttare queste occasione nel modo più intelligente possibile.

      Ciao e buon lavoro su Jumpin! :-)

      • Grazie Danilo!
        Auguro il meglio a te per il tuo lavoro! ;)
        Ciao!

  • Luciana Bettega

    Concordo pienamente con quanto dici Danilo! Certi albergatori non riescono a sfruttare le opportunità! Invece di andarsi a cercare i clienti alle fiere pagando MOLTI soldi in stand e spese di gestione dello stand, hanno l’opportunità di far conoscere e CONTEMPORANEAMENTE provare il suo hotel ai clienti e si comportano cosi … ! Clienti garantiti che arrivano in hotel a spese loro invece che a spese dell’albergatore (siano queste spese di posizionamento del sito, adwrods, fiere, cataloghi.. e quant’altro) l’unica cosa che hanno da fare è: trattarli bene perchè possano tornare e pagare il prezzo PIENO

     ;-) 
    Lo stesso discorso vale per Groupon! Non sono i servizi che non funzionano, è l’albergatore che non sa sfruttare in modo giusto le opportunità che offre la rete. 

  • alex

    attenzione !!! abbiamo costatato che alla fine la convenienza sulle smart box non è così elevata (anzi) e sopratutto va considerato che viene proposta una sistemazione in camera cosidetta “doppia standard” che per gli albergatori è un “attappa buchi” …si perchè con hotel pieno (non vero!!) riescono a piazzare anche un tipologia di camera che una coppia non prenoterebbe MAI ovvero” camera doppia standard con letti separati   !!!!

    Noi siamo stati a Londra e guarda caso due coppie sistemate causa hotel pieno (FALSO!!) in camere doppie standard a letti separati….è evidente che per chi acquista con il canale SMARTBOX vi è un discriminazione sul tipo di sistemazione !!!!!!!!!!!!!!  aaaa dimenticavo … il giorno di arrivo a londra via internet era possibile prenotare on line camere doppie o singole !!!

    commento:: DA EVITARE !!!!!!

    • Secondo me non te la devi prendere con Smartbox ma con chi utilizza male questa occasione di promozione online, ossia gli albergatori.

      Ciao

  • Stefi

    Ho ricevuto in regalo “Insolito fuori porta”. Ecco che mi rimane di questa meravigliosa esperienza.
    La scelta delle location, così apparentemente vasta, non lo è affatto: telefoni per prenotare e sono tutti molto gentili, fino a che non riveli di essere possessore di SmartBox. A quel punto la situazione cambia. C’è chi dice che le camere sono tutte occupate per tutte le date da noi proposte, chi afferma che la sua struttura non fa più parte del circuito SmartBox, chi dice di non averne mai fatto parte. 
    Ammesso che riusciate a trovare un posto in cui vi vogliano, dopo numerosi tentativi, la maggior parte degli esercizi vi dice che se volete prenotare con loro dovrete acquistare (naturalmente ad un costo ulteriore) servizi aggiuntivi e/o soggiornare per giorni ulteriori rispetto a quelli previsti nel pacchetto (ovviamente a pagamento).
    Naturalmente scordatevi di utilizzare la vostra SmartBox nei weekend, nei giorni festivi o in qualsivoglia vacanza o ponte previsto durante l’anno.
    Prenotiamo un mercoledì notte, in una località a 100km da dove abitiamo e nemmeno lontanamente somigliante a quella da noi scelta. Personale sgodevole, riscaldamento non funzionante che, nonostante i numerosi solleciti, non viene riacceso. Ce ne andiamo nel cuore della notte, tanto chi dormiva…
    Costo della SmartBox: 69,90€. Costo di una notte in quel “luogo”: 40€.
    Appena tornati a casa facciamo la scoperta più gradita di tutta questa faccenda: la totale incompetenza, maleducazione e arroganza del servizio clienti, che afferma che tutto ciò non rientra nelle loro responsabilità.

    La cosa peggiore è che, se riceveremo di nuovo una SmartBox in regalo, non potremo nemmeno riciclarla a qualcun altro, a meno che non si tratti del nostro peggior nemico.

    •  Stefi mi dispiace per la tua pessima esperienza. Ti ringrazio però per aver fatto il tuo resoconto. Sono certo che le tue parole aiuteranno coloro che sono in cerca d’informazioni.

      Lascio il diritto di replica a chi di dovere, se mai capitasse da queste parti :)

    • Marion di Smartbox

      Ciao Stefi (o Luca, o Fede… Ho visto che hai lasciato lo stesso commento su vari blog e siti di recensioni firmando ogni volta con un nome diverso.),
      mi dispiace se hai avuto l’impressione che il nostro Servizio Clienti non abbia preso in considerazione la tua segnalazione e che ti abbia risposto con arroganza. Il nostro obiettivo è soddisfare tutti i clienti e il feedback di chi ha già usufruito di un cofanetto Smartbox è sempre molto importante in quanto ci permette di migliorare il nostro servizio e valutare ulteriormente la qualità dei nostri partner. Ti chiedo quindi gentilmente di scriverci all’indirizzo community-italia@smartbox.com indicando la data del tuo soggiorno e il nome della struttura in cui hai soggiornato. Contatteremo la struttura per effettuare le dovute verifiche ed evitare che tale situazione si possa ripetere in futuro. Grazie.

      •  Ciao Marion,
        grazie per il tuo intervento.

        Da quanto dici e da quanto ho verificato io stesso, questa persona commenta sempre la stessa cosa su siti diversi con identità diverse. Onestamente ne viene meno la credibilità delle sue parole. Magari è solo uno squalllido tentativo per screditare il servizio Smartbox.

        Ciao!

  • Daniela Banfi

    Viktoria palace Lido di Venezia..cena orribile..ci hanno servito come piatto veneto tipico..filetto alla Livornese…vino schifoso.il cameriere era molto scortese e ci hanno fatto pagare anche il caffè perchè non era compreso nella cena!sulla disponibilità del catalogo c’era scritto aperto tutto l’anno invece dicono che è chiuso fino a dopo il carnevale…ma che strano!!!abbiamo potuto prenotare solo un giovedì notte,perchè guarda caso per i week end erano tutti già completi…mi sono sentita trattata come una cliente di serie B…e si che il prezzo che ho pagato era il doppio di quanto valeva in realtà.

    • Marion di Smartbox

      Ciao Daniela, mi dispiace molto per l’esperienza negativa. Giro subito il tuo commento al nostro Servizio Clienti che prenderà in considerazione questa tua segnalazione. 

      • bruno

        condivido esperienza negativa anche per mè.

    • Luciana Bettega

      Daniela, hai pensato che gli altri clienti possano aver prenotato molto prima di te? 
      Per quello è al completo! 

  • Abbiamo utilizzato il cofanetto ‘Atmosfere d’Incanto’ al NON modico prezzo di Euro 279,90 presso l’hotel Marignolle di Firenze….Devo dire che il rapporto qualità del servizio/prezzo è stato molto al di sotto delle aspettative!! L’alloggio proposto era una sistemazione per ‘gnomi’ tutto piccolo e stretto, dal bagno alla dimensione della camera che permetteva solo di starvi sdraiati sul letto, per non parlare della Tv microscopica e senza possibilità di regolarne il volume (bassissimo) e della piscina formato vasca gonfiabile da giardino…. Alla nostra richiesta di avere una camera più ampia ci è stato risposto che quella da noi occupata rispettava l’accordo della SmartBox!! Morale: siamo scappati!! Infatti avevamo prenotato per due notti, una in più rispetto l’offerta, che, nonostante la tempestiva disdetta, hanno preteso comunque il pagamento (??!!) pur rendendola disponibile alle ore 8 del sabato mattina.. Comportamento veramente scandaloso…. A conti fatti, considerando che il prezzo di una notte è di 130 Euro, (oltre ad avere pagato due calici di vino ed una caraffa d’acqua 20 Euro), la differenza di 169,90 non è assolutamente giustificabile come costo della cena per 2 anche se a lume di candela!!! Insomma esperienza da NON ripetere    

    • Marion di Smartbox

      Ciao Oria, mi dispiace che non ti sia trovata bene all’Hotel Marignolle. L’albergo ha ottime recensioni su TripAdvisor (http://www.tripadvisor.it/Hotel_Review-g187895-d248937-Reviews-Marignolle_Relais_Charme-Florence_Tuscany.html) e non abbiamo mai ricevuto nessuna lamentela da parte di clienti che ci hanno pernottato. Comunque giro subito il tuo messaggio al nostro Servizio Clienti che prenderà in considerazione il tuo feedback nella valutazione dei servizi offerti dalla struttura partner.   

      • Alberto

        Già ottimi commenti su 
        TripAdvisor , ma non di clienti con smartbox. Il sospetto per questa e altre strutture è che come si dice nel blog 
         se un cliente usufruisce di uno sconto, poi gli si debba far “pagare il prezzo pieno” in altro modo, o sistemarlo come cliente di serie C. Non dovunque, ovvio, ma dalle recensioni lette su varie fonti, spesso capita.
        Alberto

  • bodyho

    Abbiamo utilizzato “insolito fuoriporta” presso b&b ca di giulia di perti alto – finale ligure.
    L’alloggio era tremendo, un vecchio appartamento con due camere che sono state affittate a 2 diversi nuclei familiari.
    Struttura umida e riscaldamenti disattivati, colazione inesistente ( 4 cornetti confezionati per 5 persone e scatole di liofilizzati quasi terminati per 2 giorni).
    La signora ASsOlutamente scorretta (NON HA RISPOSTO AL CELLULARE PER LE NOSTRE RICHIESTE) .
    Mi chiedo con che criterio vengano selezionate le strutture!!!
    Esperienza assolutamente da evitare.

  • Assolutamente da non regalare!!! Ecco la mia esperienza: mi
    regalano uno smartbox un mondo di sapori. Vivo a Siracusa, dove lo vendono a
    mediaworld, etc ma non c’è nessun ristorante su Siracusa.. Allora chiamo il
    ristorante il Cuciniere che è il più vicino ed è a Catania (70 km da Siracusa)
    ed è chiuso per ristrutturazione, allora provo a chiamare il ristorante Tenuta
    Favazza a Sant’Alfio (99 km da Siracusa) e per un paio di giorni non mi
    risponde nessuno, poi finalmente mi rispondono ma mi dicono che sto parlando
    con il bar e che per prenotare il ristorante-pizzertia devo chiamare solo
    quando è aperto cioè sabato sera e domenica a pranzo. Quindi decido di cambiare
    ristorante poichè un posto aperto solo due mezze giornate non può avere del
    personale di cucina stabile con conseguente scarsa qualità dei piatti offerti.
    Chiamo allora l’ultimo “in zona” che è il ristorante D’Aragona (128 km da Siracusa),
    rispondono e mi chiedono di grattare il codice segreto, rispondo che c’è
    scritto che se lo faccio il buono potrebbe non essere più valido ma loro
    insistono perché così accelerano la procedura, etc.. Il giorno dopo vado e mi
    rendo conto che mi hanno fregato perché se non avessi grattato il codice non
    sarei mai rimasto. Il ristorante è la sala colazioni di uno squallido
    ristorante che offre un menù a prezzo fisso a 18 euro, quindi 36 EURO per due
    quando il cofanetto è costato 54, 90 EURO!!!! L’antipasto rustico erano delle
    fette di pessimo salame, proscitto cotto e crudo, formaggio salatissimo e della
    caponata sott’olio. I primi erano una pasta alla norma scotta e una pasta al
    pistacchio che era pasta con tanta panna e sopra una spolverata di pistacchio,
    poi c’era la carne arrostita con insalata e patatine fritte.. Per fortuna la
    fetta di semifreddo alle mandorle era probabilmente comprata. Per fortuna però
    il servizio è stato velocissimo e siamo potuti andare via velocemente dopo aver
    pagato pure la bottiglia d’acqua!

    Sono siciliano e non ho mai mangiato così male in vita mia,
    il menù non era né buono né tipico ed il posto era orribile, voli lo
    chiamereste UN MONDO DI SAPORI????

  • dalila

    la stessa cosa avviene con groupon. Io ho comprato due biglietti per un teatro al posto di uno, soltanto che quando il mio ex prenotava gli facevano sempre problemi perché “non c’era posto”. Alla fine abbiamo visto un solo spettacolo, quindi senza offerta, e quando l’ho fatto presente mi hanno trattato come una cretina, dicendo “Sisi va bene, bla bla” e si sono voltati mentre parlavo. Nel caso è il Teatro il Primo, vicino Napoli. Una vera FREGATURA!!

  • Paolo

    Mi regalano lo smart box La Grande Cucina Italiana, scelgo il ristorante (La Colombara Bs) telefono per prenotare……mi dicono tranquillamente che loro anche se sono sul libretto non hanno più aderito al programma Smart Box….Gli spiego che loro sono tutt’ora presenti e che lo smart box mi è arrivato da poco (scadenza 30/9/2014)…..O_0……..bah….

  • sorairo

    Vorrei commentare!
    Lavoro per alberghi e con i clienti smartbox siamo attentissimi. Offriamo vasca idromassaggio e spumante nell’offerta base. Il mio capo è sempre molto puntiglioso che io accenda per tempo la macchina del ghiaccio e che porti prontamente spumante e bottiglia in camera. per quel che ci riguarda li trattiamo come tutti i clienti e cioè con cortesia (spesso ritornano e comunque è nostro dovere) e poichè la nostra attrativa particolare sono le camere con vasca idromassaggio(ovvero le suite ,le camere migliori in assoluto) i clienti hanno sempre le camere migliori anche se pure le altre sono belle.

    Semmai per noi , delle varie offerte, vale solo una perchè le altre ci garantiscono meno introito perfino di un periodo in bassa stagione coprendo di poco i costi di manutenzione camera.
    Mi spiace che tanti di voi abbiamo esperienze di questo tipo e mi auguro di non viverne mai..Mi state dissuadendo dall’essere un’utilizzatrice di smartbox!
    Quando usai una groupon mi andò bene. Era per un massaggio e taglio capelli e sono stata trattata benissimo e con riguardo al massaggio visto che allattavo e quindi potevo sdraiarmi a fatica a pancia in giù. ma so di molti altri utenti che non hanno avuto la medesima fortuna.

  • simona

    Alcune strutture sono pessime ma hanno
    anche ottimi hotels, solo che per gli smartbox non c’e’ mai posto nei
    luoghi di mare e di terme, né nei ponti, ne’ nei mesi di
    giugno-luglio e agosto. Potete accedervi in inverno, quando piove,
    nella bassa stagione, a meno che non aggiungete una notte a pagamento
    o scegliate strutture sperdute sulle montagne. Quelli nelle grandi
    citta’ danno un po’ piu’ di disponibilita’. Sto cercando di prenotare
    un qualsiasi weekend di giugno -luglio e agosto, ho gia’ provato a
    contattare 5-6 localita’ di mare, non ce n’e’ una disponibile. TUTTO
    COMPLETO. E siamo a febbraio…Posti liberi? Primi giorni di aprile,
    fine settembre e di li’ in poi….
    Ne’ al Baia Blu di Alassio, ne’ al
    Regina Palace Terme di Ischia, ne’ al Dioscuri Bay di Agrigento, ne’
    al Borgo Antico di Finale, ne’ all’Hotel Palace di Varazze, insomma
    da nord a sud li ho provati tutti….
    Comodo cosi, loro si assicurano la
    clientela per i tempi morti, tanto sanno che chi ne ha un cofanetto
    lo vorra’ sfruttare, ma non nella bella stagione, dicendo che le
    camere SmartBox sono gia’ occupate. La SmartBox secondo me e’
    d’accordo percio’ non fa nulla per controllare . Anziché PRETENDERE
    che chi aderisce al programma deve dare la disponibilita’ di una o
    due stanze SEMPRE, accetta che gli hotels prenotino le stanze quando
    vogliono loro a loro piacimento. NON E’ GIUSTO sono veramente
    arrabbiata, perché sono sicura che non e’ cosi’. L’unica cosa e’ non
    comprarli, regalate un coupon presso una catena di hotels e’ moltot
    meglio, se non altro, pagando, troverete sempre posto.

    • Ciao Simona,
      purtroppo anche io ho riscontrato le tue stesse difficoltà. Grazie per il tuo interessante parere.

    • paolo grillo

      Gentilissima,
      Mi permetto di intromettermi….. non ha mai pensato che magari a disponibilità data è esaurita?
      Le do un esempio…siamo una piccola struttura ricettiva a Siena con 12 camere…abbiamo deciso di aderire a smartbox dando la disponibilità di 1 camera per notte, poiché le camere sono 12 e non posso vendere 12 camere a 35,00 nette per camera (non conviene)…ora a parte il fatto che per i sabati una volta prenotata quell’unica disponibilità si viene subissati da altri 20 o 30 clienti interessati perché fa gola una struttura che vende a 70/80 mentre tu ti compri il cofanetto a 50 e festa finita…a volte mi è capitato anche per ponti accettare piu di quell’unica disponbibilità data ma siamo sinceri e seri non si puo vendere tutte e 12 le camere tramite il cofanetto smartbox…qualche furbacchione chiama e dice guardi vorrei sapere della disponibilità e del costo della camera per x data (almeno questo a volte capita a me) una volta che gli si dice che c’è la disponibilità dicono ottimo come si puo fare a prenotare con pacchetto smartbox…al che gli chiedo di controllare se ho la disponibilità oppure quella disponibilità non sia esaurta perché qualcun’altro che aveva lo stesso pacchetto l’ha gia prenotata…quando la disponibilità c’è tutto ok….quando invece ho venduto la disponibilità smartbox e quindi gli dico e spiego che non c’è perché qualcun altro quell’unica disponibilità l’ha occupata ecco che si sente ingannato non trova corretto il mio comportamento che tutti sono uguali e bla bla bla…ora io non trovo corretto che un cliente si comporti in questa maniera e chiamano gia con sotterfugi e pregiudizzi…
      Se ti prendo come esempio una citta come siena dove ci sono più di 300 strutture ma solo 9-10 aderiscono a smartbox è normale che la disponibilità di queste strutture si esaurisce presto…il famoso principio di scarsità….
      spero di essere stato minimamente chiaro
      Saluti

  • manuela

    veramente scandaloso smart box cercherò di non farmi regalare mai piu un cofanetto,non riesci a prenotare nonostante il costo elevato anche in bassa stagione leggete e diffondete.

  • Giulio

    Chiunque dovrebbe sapere che gl ismartbox sono paragonabili ai groupon. L’albergatore ci guadagna poco o niente rispetto a prenotazioni da operatore o private, quindi è bene sapere che il proprietario tende a dare priorità ad altri soggetti che a chi si presenta con groupon o smartbox.
    Certo vero è che groupon si sa prima che è una svendita mentre smartbox no.
    Odio chi scrive recensioni negative e si presenta con groupon spendendo 3 lire e pretendendo la luna….

    • Giulia Cremonese

      Attenzione, non è una svendita, è un mezzo di promozione utilizzato dal venditore (qui albergatore). Può avere un costo elevato ma il numero di, in questo caso, camere vendute, è limitato. Quindi, ripeto, bisogna farsi i conti prima. Vendo questa camera a tot, copro i miei costi? Sì. Allora ho promosso il mio hotel e non ci ho rimesso. Il guadagno lo faccio con tutte le camere che, grazie a questa operazione, venderò oltre a queste e in futuro, grazie alle recensioni e alla visibilità ottenuta. Resta inteso che il servizio offerto deve essere quello promesso, né più, né meno. Se ci rimetto, vuol dire che ho sbagliato qualcosa. Detto ciò, detesto chi prenota un servizio a basso costo e, arrivato, pretende un upgrade con la minaccia di recensioni negative. E’ scorretto, tanto quanto l’albergatore che non dà mai disponibilità per gli smartbox e simili o tratta come clienti di serie B quelli che non prenotano direttamente. Per inciso, non sono una fan sfegatata di questo “mondo”, semplicemente penso che un po’ di correttezza da parte di tutti farebbe meglio.

  • Meme

    Alla radio ho sentito che la societa Smartbox guadagna sulle persone che non utilizzano a tempo il cofanetto. Estimate a 30%. Se cercate flessibilità, come me, Smartbox non fa per noi. Peccato, perché l’idea e ottima. Peccato, anche, che ci lascino un sapore amaro in bocca quando abbiamo finalmente il tempo di prepare le nostre vacanze.
    I loro servizio clientela mi ha detto non essere interessato a sapere che non sceglierò più i loro servizi. Se non hanno bisogno di clienti, allora, non dovremmo distrurbarli.

  • stefania

    Stare sempre dalla parte del cliente è assolutamente doveroso, in fondo
    anche noi albergatori siamo dei clienti quando andiamo in giro, no?
    Stavo cercando un blog per capire come difendersi dalle aggressioni
    telefoniche di clienti che non trovano il posto negli alberghi
    presenti sui cofanetti da loro acquistati o ricevuti in
    regalo..ebbene nessun albergatore (o quasi) ha diritto di replica!
    Faccio il caso del nostro piccolo albergo, 21 camere, a conduzione
    famigliare, aperto quasi tutto l’anno, in campagna ed a dieci minuti
    dal mare.
    L’adesione ai cofanetti Smartbox, Regalbox, Emozioni3, Box4you ci ha introdotti
    ad un segmento di clientela che non sarebbe arrivato a noi con altri
    strumenti. La pubblicità che l’albergatore paga in termini di
    commissioni è un argomento che è sempre stato riservato al rapporto
    interno fra hotel ed operatore ed un albergatore professionista non
    scende “a patti” con il cliente screditando il rapporto
    commerciale con il tour operator.

    Ora, venendo al punto di partenza…la smartbox offre un servizio
    eccellente per il cliente che si registra al sito: la possibilità,
    inserendo le date richieste, di vedere quali strutture sono
    disponibili. E’ palese che alcune delle strutture presenti sui cofanetti sono
    piccole e con poca disponibilità e le date più richieste svaniscono
    subito! D’altro canto alcuni cofanetti che portano la dicitura “week
    end” nel titolo invitano il cliente alla prenotazione delle date statisticamente più richieste ed anche più care, nelle quali l’albergatore tenta la vendita a prezzo pieno.
    Perchè stupirsi se alcuni alberghi fanno l’up selling o rifiutano le
    prenotazioni scontate nei periodi di maggior flusso? A tal proposito
    ricordo che l’albergo è un’azienda commerciale, come tale ha
    l’obiettivo del profitto, parte del quale, se tiene alla propria
    redditività, è “costretto” a reinvestirlo nell’azienda.
    Ma il profitto non è in realtà l’unico obiettivo: l’albergatore ha
    la cultura dell’accoglienza ed il suo profitto vero è il volto del
    cliente alla partenza, quell’ intangibile sensazione di aver fatto il
    possibile per lasciare nell’ospite un ricordo piacevole
    Perchè non vengono raccontate dai
    clienti le telefonate fatte agli alberghi il giorno prima o
    addirittura il giorno stesso dell’arrivo (si perde la prenotazione se
    non disdetta almeno dieci giorni prima..) per spostare la data a causa
    di malori-decessi-perdite-nubi davanti al sole etc improvvisi? Perchè chi crede che comunicare il codice di conferma sia un illecito non comprende che,
    semplicemente, è una forma per garantire l’arrivo (sostituibile, a
    seconda dei casi, da coordinate di carta di credito o bonifico per la
    prima notte?)

    Certo, è possibile che la struttura
    scelta tradisca le aspettative! Altrettanto vero, tuttavia, che possa
    succedere il contrario. Ma davvero il cliente ha sempre ragione?

    • michele

      Cara Stefania,
      allora ti chiedo: Quindi è anche giusto considerare clienti di serie A e clienti di serie B? complimenti!! E poi potreste fare a meno di aderire a servizi come Smartbox se poi non date la possibilità a coloro che vogliono pernottare di usufruire del loro pacchetto, solamente perchè potete guadagnare di più!! Voi pensate che noi clienti di serie B abbiamo a disposizione tutti i giorni dell’anno per prenotare 1/2 notti fuori, invece no, al di fuori di questa forma classista da voi utilizzati, siamo tutti uguali, serie A e serie B….ricordatelo.

    • Giulia Cremonese

      Cara Stefania, l’hotel non è certamente una onlus e nessuno chiede il sottocosto. Ma se l’albergatore decide di lavorare con TO oppure promuovendosi con gli smartbox, sa perfettamente che le commissioni sono elevate, ben più alte che su Booking o altri portali. Ma deve farsi anche due conti: se concedo questa commissione alla vendita della camera ci sto dentro con i costi? Sì, vado pari, no. E decide se fare un contratto o meno. Non si firmano contratti on request per essere pubblicati su cataloghi o siti, quindi raggiungere, come ha detto Lei, segmenti di mercato che altrimenti sarebbero preclusi, per poi non dare mai la disponibilità. Molti clienti sono sicuramente arroganti, pretenziosi, maleducati – ma per fortuna sono compensati da molti altri educati, gentili, rispettosi del lavoro altrui. Dall’altra parte trovano spesso albergatori furbacchioni e, direi, ben poco corretti, che chiudono contratti che poi non rispettano, adducendo scuse come le Sue (ci sta che esistano delle occasioni o date particolari in cui non si dia la disponibilità, ma non può essere tutti i week end, festività, eventi, suvvia…). Dica che fa comodo essere visibili, ma poi ci si augura che il cliente chiami direttamente senza passare dall’operatore. Allora, o lavorate da soli pagando fior di quattrini per promuovervi su portali vari per essere visibili sul web, oppure vi fate due conticini e accogliete i clienti allo stesso modo, sia che arrivino da soli, sia che prenotino con un intermediario. Questa si chiama professionalità.

  • niki

    anche io vorrei avvisare che ho prenotato con smart box una nottein suite a santa maria capua vetere al b&b anfiteatro romano , mi sono ritrovata in una strada angusta e isolata che ho avuto paura a lasciare la macchina in strada e ho dovuto pagare 5 euro per metterla in un cortile hiuso da cancello elettrico ( non molto tranquilla ma mi sono accontentata), la camera era 3,5×3,5 m altro che suite, con un divanetto pieno di macchie e un materasso che avra’ avuto cent’anni, sfondava da tutte le parti, c’era scritto aperitivo di benvenuto ma non ci è stato servito con la scusa che la titolare aveva avuto un intervento e non poteva prepararlo ( poteva preararlo il figlio con la nuora ,erano grandi e vaccinati)..il mattino samo partiti presto e non abbiamo neanche avuto la colazione…..anche se abbiamo avvisato potevano darci qualcosa la sera prima…..lo sconsiglio vivamente

  • marta varazi

    anche per me la smartbox è stata un’esperienza da cancellare. Ogni volta prenotare è un grosso problema. A me è capitato che una struttura ha rifiutato la mia prenotazione per ben due volte (due cofanetti diversi), la terza volta che ho provato a prenotare (e che ho ricevuto un altro rifiuto) mi sono presa la briga di sfogliare l’intero calendario di prenotazione online ed ho scoperto che questa struttura umbra non aveva alcuna disponibilità immediata (parliamo di un anno!!!!) così sono stata costretta a cambiare hotel e a scegliere l’unico in Umbria che ha almeno qualche data disponibile (ci tengo a sottolineare che quest’ultimo è un hotel fantastico gestito da persone gentilissime…però non si può soggiornare sempre in una struttura vista e rivista!!!). Ora io mi chiedo: perchè gli albergatori entrano in questo circuito se poi non vogliono i clienti? Perchè devo essere trattato come cliente di serie B se ho la “sfortuna” di ricevere per regalo una smartbox? Perchè dovrei acquistare una smartbox se so che il rischio comune è quello di sprecare i miei soldi?

    • michele

      Ciao Marta, la stessa esperienza sta capitando anche a me, sempre in Umbria e sempre la stessa struttura: mi ha rifiutato la prenotazione per 3 fine settimana di seguito, al rifiuto dell’ultima prenotazione ho deciso di chiamarli, fingendomi un potenziale cliente (non Smartbox) che voleva prenotare per lo stesso periodo che avevo inserito nel cofanetto, mi hanno risposto che avevano disponibilità…maledetto!!
      A quel punto, ho provato a contattare Smartbox, numero verde (per di più a pagamento) per parlare con un operatore, ma non c’è alcuna possibilità, rimandandomi all’invio di una mail alla sezione Reclami…fatto, ma a distanza di ca. 10 giorni non ho ricevuto alcuna risposta dal sito Smartbox.

      P.s. Se decidiamo di passare anche qualche giorno di vacanza al di fuori di questo Paese, cari albergatori, non vi lamentate, perchè ve lo meritate!!!

  • Lea

    Negativo anche per me….2 alberghi della Liguria (nell’elenco del cofanetto smartbox fuga da assaporare), mi hanno risposto che ora hanno sospeso la convenzione!!!! Che significa!!! Avevo chiamato x 2 notti , ok, poi appena ho detto di avere 1 notte ( smartbox) non era possibile…..certo che non mi farò piu’regalare altri cofanetti!!!!!!!

  • irene

    Negativo anche per me! Una struttura mi ha dato la disponibilità per la data che avevo richiesto, corredata da una speciale promozione! Poi quando nella conferma di prenotazione ho detto di essere in possesso di un assegno Smart box magicamente la disponibilità per quel cofanetto era terminata! Ridicoli!

  • KillVearn

    Il vero problema del rapporto fornitore – reseller, come spesso avviene nel reselling, consiste esclusivamente nella guerra di percentuali. Passino quelle strutture privilegiate che vengono inserite di forza dalle agencies per ottenere piu’ potere di negoziato nel processo di acquisizione dei prodotti, ma la stragrande maggioranza devono accettare dei costi promozionali aggressivi(seppur non suicidi come nel caso di Groupon) per accedere al retailing e/o ai mezzi piu’ costosi di promozione di rete. Il risultato sta nel fatto che sono gli stessi commerciali a consigliare alle strutture di spingere i clienti verso la bassa stagione o a proporre l’upsell nelle date piu’ richieste per spingerli a firmare i contratti. Nella maggior parte dei casi si tratta di regali, quindi il processo di ottenimento di rimborso passa dall’evento spiacevole di ripresentarsi dalla persona cara, ma oltretutto sara’ l’hotel a sorbirsi recensioni negative che ne indeboliranno l’attrattiva. In ogni caso a mio avviso la bilancia del torto degli albergatori, perche’ anche se il commerciale di turno ti spaccera’ che potrai spingere il cliente ad andare quando ti fa comodo, bisogna capire che in alcuni casi non sara’ possibile e mantenere delle date di particolare attrattiva per acquisire il cliente, anche se probabilmente avremmo potuto guadagnarci 40 o 50 euro in piu’ aspettando un mese. Si tratta sempre di essere lungimiranti.

    • Ciao KillVearn,
      bel commento e corretta riflessione che condivido a pieno. Aggiungerei a tutto questo, che l’albergatore deve informarsi dei pro e contro prima di accettare un servizio che, solitamente, viene presentato come un modo per migliorare il processo di vendita delle camere. Alla luce dei fatti, come hai ben delineato, è un boomerang che può fare male.

  • Francesco

    una cosa vergognosa, è vero il mio errore è stato quello di arrivare ai limiti della scadenza del cofanetto smart box, ma i dipendenti mi inviarono una mail con un nuovo codice promozionale del cofanetto e avrei pagato solo 11 euro di differenza di questo servizio proprio per evitare di spendere 189 euro già spesi, invece nel momento in cui ho ri-prenotato con quel codice nuovo fornitomi da loro, ecco che mi arriva una mail di conferma di un ordine di pagamento di altri 189 euro per un totale di 378€ senza aver potuto nè fare un regalo in un occasione importante e nè poter nemmeno vedere quel regalo, spero chiudano l’azienda subito!!
    Sconsiglio a chiunque possa passargli per la testa di fare un regalo del genere, piuttosto regalatevi una sana cena

  • Vitt.

    Vergognoso!!!
    mi hanno regalato uno smartbox, effettuo una prenotazione presso le strutture indicate nella località da me indicata, dapprima mi segnalano la disponibilità, poi mi mandano una mail di rifiuto, presso una cartella della mia casella di posta elettronica di cui non conoscevo neanche e l’esistenza, e ne vengo a conoscenza solo dopo aver chiamato la struttura e il servizio clienti dello smartbox. Con santa pazienza prenoto in un’altra struttura, indicatami successivamente dallo smartbox, dove mi davano la disponibilità, questa volta nessuna mail di conferma, mando un’altra mail al servizio clienti smatbox e mi dicono che la conferma sarebbe arrivata oltre le 48 ore previste, intanto con volo prenotato, ferie prese per quel periodo mi vedono costretta a prenotare io stessa un hotel, con mio aggravio di spese.
    Credo proprio che, essendo un Avvocato, farò le mie rimostranze e richieste di risarcimento danni nelle sedi opportune!!!
    Ho utilizzato altri pacchetti di soggiorni di altre aziende e non ho mai avuto nessun problema, tutto preciso, solo con questa azienda mi sono trovata malissimo!!!!
    VERGOGNOSO!!!

    • Triste storia. Magari qualcuno di Smartbox leggerà e sarà pronto a dare spiegazioni.

    • Miriam

      Buongiorno, anche a me sta capitando la stessa cosa.
      Ho provato a prenotare in due strutture di Napoli.
      La prima mi ha chiesto immediatamente se avessi qualche cofanetto, specificando di aver temporaneamente interrotto i rapporti con Smartbox a causa di 2 mesi di insoluto. Il responsabile della struttura si è preoccupato di telefonarmi per spiegarmi la situazione prima ancora che prenotassi, incitandomi a far valere i miei diritti direttamente con Smartbox.
      La seconda struttura, dopo avermi proposto un periodo disponibile e dopo che avessi specificato di essere in possesso di due cofanetti Smartbox, mi ha risposto nello stesso modo della precedente e per lo stesso motivo.
      Ho provato a contattare telefonicamente il servizio clienti, ma inutilmente a causa della persistente attesa, così ho mandato una mail di reclamo e sono in attesa di ricevere risposta.

      • Buongiorno Miriam, grazie per il tuo commento. Come dissi già a Vitt. spero che qualcuno di Smartbox legga e dia le proprie spiegazioni. Un saluto

  • Maurizio Bracchitta

    Mi hanno regalato 3 Smartbox e non c’è verso di riuscire a prenotare qualsiasi struttura, ne attraverso il sito ne contattando direttamente le strutture, queste Smartbox sono una truffa, in più non c’è modo di contattare il servizio clienti! Consiglio di non sprecare in questo modo i vostri soldi!

  • Ciro

    So già che se ognuno di voi potesse mi legherebbe ad un palo e mi darebbe fuoco…. ebbene sì cari miei chi vi parla è un albergatore!!!
    Premetto che ho letto alcuni commenti riportati qui sopra e sinceramente credo ci siano errori commessi sia da noi albergatori che dai clienti…
    Posso tranquillamente dire che quando sottoscriviamo questi contratti sappiamo leggere e sappiamo quello che stiamo firmando, pertanto chi pernotta con uno smartbox o simili, è un cliente a tutti gli effetti e va trattato come se pagasse normalmente…dal canto nostro, siamo noi a scegliere quando, quante e che tipo di camere aprire alla vendita anche mediante cofanetti… da che ho sottoscritto ad un ttg il contratto con smartbox posso dire che abbiamo visto in struttura diverse categorie di ospiti:
    – quelli più tranquilli abituati a viaggiare, che hanno un cofanetto e se possono lo usano altrimenti non si fanno problemi e non particolarmente interessati a portare a casa una lunga serie di oggetti del kit di cortesia.
    – quelli a cui a Natale regalano il cofanetto e aspettano il mese prima della scadenza per usarlo arrivando al punto che, qualora la struttura non abbia posto, non se la prendono con loro stessi ma con la o le strutture a cui chiamano
    – quelli che accumulano 2-3-4-5..10ecc cofanetti e freschi come le rose, dopo aver consultato i portali delle strutture e magari aver visto camere libere tra cui superior suite ecc, chiamano e non solo pretendono di cumulare tutti i loro cofanetti ma anche di fare soggiorni nell’altissima stagione oppure in suite ecc..
    A tutti voi dico solo una cosa è vero che noi accettiamo dei contratti ma è anche vero che prima di farlo facciamo dovute riflessioni e conteggi. Firmando noi possiamo decidere quando vendere le camere con i cofanetti, quante venderne e di che categoria…. generalmente, salvo casi particolari, queste operazioni commerciali sono fatte partendo dal principio che l’ospitalità possa consumare uno o più extra su cui l’albergo guadagna…
    spero che quanto da me scritto vi aiuti un po’ a capire ma sappiate una cosa, se una struttura per qualsiasi ragione vi dica che non ha posto, minacciare l’operatore di denunciarlo alle associazioni dei consumatori oppure di lasciare recensioni negative gratuite ec ecc non servirà a nulla!!!
    Solo questo mese ne ho ricevute due di minacce una perche la signora pensava di avere sempre e comunque diritto ad una camera solo perché in possesso di “fuga dalla città” e l’altra perché non le abbiamo accettato il cofanetto due notti a cavallo di ferragosto…
    Spero di avervi chiarito dei dubbi!! Un saluto a tutti!!

    Ciro!

    • Ciao Ciro,
      non ti preoccupare. Qui non ti lega nessuno ad un palo nè tanto meno ti si da fuoco. Non esageriamo :D Direi che c’è libertà di espressione (almeno sul mio blog:)
      Sicuramente sono d’accordo con te nel dire che c’è cliente e cliente come c’è albergatore e albergatore. Quindi che tu sia venuto a commentare qui, per difendere la tua categoria, mi fa molto piacere.
      Sono consapevole, lavorando con altri albergatori, del fatto che molti clienti ci marciano sopra a questi coupon, e credo ampiamente agli esempi che hai riportato. Però nel mio caso mi concentravo sul fatto che, la mancanza di disponibilità spesso si verifica anche in periodi morti dell’anno. Come se, ad esempio, il weekend di una qualsiasi settimana di Maggio (privo di feste particolari) non fosse possibile prenotare. Io capisco che che si preferisce dare spazio ai clienti che prenotano un weekend senza smartbox, tuttavia qui ricade il problema che ponevo in oggetto: se si aderisce a queste promozioni, bisogna mettere in conto anche l’eventualità di ricevere richieste e dare camere in giorni in cui si preferirebbe dare spazio ad altri. Il cliente che usufruisce di smartbox ha solo ricevuto un regalo che vorrebbe sfruttare anche per rispetto di chi glielo ha fatto.
      Infine dissento dalla tua affermazione “queste operazioni commerciali sono fatte partendo dal principio che l’ospitalità possa consumare uno o più extra su cui l’albergo guadagna”. Non può essere così, non è la regola o quanto meno non sempre. Non ti puoi aspettare che un cliente acquisti altro solo perché ha usufruito di un coupon che per altro gli è stato regalato. Se il tuo intento è quello di invogliare il cliente ad acquistare altri servizi della struttura, le formule commerciali per farlo sono ben altre. È sufficiente concentrarsi sul concetto di ospitalità che hai citato tu stesso, e non pensare che il cliente smartbox sia sempre e soltanto un “lercio”. Te lo dice uno che dopo essere stato in una struttura tramite smartbox, grazie al trattamento ricevuto è poi diventato cliente fisso. Grazie ancora per la tua testimonianza e parere. Ciao

  • Giacomo Mazzuoli

    Anche io sono un albergatore, e anche io come il collega Ciro ho letto bene il contratto che mi lega a Smartbox. Io non ho l’obbligo di mettere a disposizione le mie camere per i clienti smartbox in qualsiasi periodo mi venga richiesto, pertanto le metto a disposizione nei periodi di media – bassa stagione. Del resto a me vengono rimborsate da smartbox 38 euro a notte per una camera doppia comprensiva di colazione, quindi mi regolo di conseguenza e non commetto alcuna violazione delle regole nè con smartbox nè col cliente. Sarebbe il caso che smartbox, nel pubblicizzare la sua offerta, non faccia credere che l’acquirente può scegliere tra migliaia di strutture in tutti i periodi dell’anno, perchè così non è.