Attirare il viaggiatore in hotel con il digital marketing turistico

digital marketing turistico

Il Digital Marketing turistico è uno strumento importante e ricco di risorse per attirare il viaggiatore digitale in hotel. E questo è sicuramente il momento migliore per sfruttarne tutto il potenziale.

L’obiettivo è quello di aumentare le opportunità di business dopo il colpo inferto dall’emergenza Covid alle strutture ricettive.

Turismo e ospitalità sono tra le prime realtà a risentire dei cambiamenti esterni che impattano sulla vita e sulle abitudini delle persone.

Lo abbiamo visto, vissuto e patito durante il periodo più nero della pandemia, quando l’emergenza ha chiuso tutti in casa per contenere la diffusione del virus.

Dopo la fase critica siamo tornati alla (quasi) normalità.
Il virus cambia nome ma il suo impatto sulla salute è sempre meno violento. Questa condizione ha riaperto le porte di casa, quelle delle frontiere, e rimesso in moto i mezzi di trasporto. Ma soprattutto ha riacceso l’entusiasmo e la voglia di viaggiare.

Ora per le strutture ricettive è arrivato il momento di risalire la china con l’aiuto del digital marketing turistico.

Si torna a viaggiare, le persone vogliono muoversi e riprendere in mano la loro vita, il loro tempo in giro per il mondo.

Il viaggio si organizza online tra guide, consigli e recensioni su Blog e Social Media

Se hai una struttura ricettiva che vuoi davvero far lavorare, questo è il momento di attivare il potenziale del marketing digitale.

Il perché è presto detto: tutto quello che ci interessa, lo cerchiamo in rete perché più rapido e a portata di mano.

Lo possiamo fare ovunque e in ogni momento.

E anche quando si tratta di viaggi andiamo online alla ricerca delle varie soluzioni disponibili: voli, hotel, formule low cost, volo + hotel, promozioni e tutto quanto soddisfi i nostri bisogni.

Le nostre ricerche sono sia volontarie, come quando digitiamo su Google parole chiave (che a loro volta ci riportano su siti web e blog), sia latenti. Queste ultime sono quelle che avvengono sui Social come Instagram, Facebook o TikTok, dove abbiamo moltissime occasioni live per scoprire idee, consigli e proposte.

Si pianifica il viaggio sbirciando sui social, nei forum, nei siti, dove ci si lascia condizionare dalle recensioni.

Leggiamo i commenti di chi è già stato in quella località che ci piacerebbe tanto visitare. Guardiamo i video di chi ha già fatto esperienza di un posto.

Perché, dunque, non sfruttare tutto questo per dare una sferzata di vitalità al tuo hotel, aumentando il numero di prenotazioni dirette senza contare solo sulle OTA?

Attenzione però a non farsi prendere dal facile entusiasmo.
La semplice presenza online non basta perché di presenza ce n’è già tanta.

Per farsi notare, per uscire dall’anonimato, ci vogliono contenuti avvincenti e di qualità che sappiano attirare l’attenzione delle persone.

Come attirare l’attenzione dei viaggiatori online con i contenuti giusti

Per contenuti dobbiamo intendere tutto il materiale multimediale che produciamo per promuovere il nostro brand, dai prodotti fino ai servizi.

A questo si riferisce il marketing digitale, alle strategie messe in campo per promuovere la nostra immagine, il nostro business, le nostre offerte.

Queste strategie devono essere pensate e progettate per raggiungere le persone interessate al tipo di proposta. Ne va da sé che più della quantità conta la qualità, la sostanza del contenuto che proponiamo.

L’analisi del target per parlare al cliente giusto

Il primo aspetto che dovremmo considerare in una strategia di marketing digitale è l’analisi del target.

  • Con chi sto comunicando?
  • Chi è il mio visitatore ideale?
  • Come voglio attirarlo verso il mio messaggio?

Queste sono solo alcune delle domande per mettere a punto la base strategica della comunicazione online dalla quale dipenderanno una serie di altri fattori (SEO, Social, Linguaggio, Stile, e così via).

Come dare visibilità ai tuoi contenuti tra SEO e Social

Banale ma vero: se il tuo hotel non è ben visibile online, il viaggiatore digitale non lo troverà.

Essere visibili, tuttavia, non significa avere un sito web con tanto di blog posizionati in decima pagina, perché fin lì non arriverà nessuno.

Tra le strategie di digital marketing turistico, la SEO (Search Engine Optimization) è quella parte che serve per portare in alto, sui motori di ricerca, le pagine del sito e/o del blog attraverso l’analisi delle parole chiave più specifiche e pertinenti.

Sfruttare la SEO per essere più visibili con il proprio hotel è una strategia che ripaga sia per l’autorevolezza dell’immagine aziendale sia per la possibilità di ricevere più visite.

Per agevolare le persone nel loro viaggio online, tanto per restare in tema, il sito dovrà essere quanto più fluido e ottimizzato anche per una navigazione da mobile. Anche dallo smartphone, infatti, si prenotano le soluzioni che riteniamo più allettanti, spesso anche coperte da una scadenza temporale.

È fondamentale, a questo proposito, ottimizzare il design del sito e le sue funzionalità per i dispositivi mobili, assicurarsi che la pagina del calendario, della prenotazione e del pagamento siano quanto più intuitive ed efficienti.

Accanto al sito e al blog aziendale ci sono i canali Social.

Sebbene possa sembrare facile e intuitivo, gestire una pagina Facebook o Instagram in maniera professionale non è per niente semplice.

Con le parole, con le immagini e con i video creiamo un contesto, un’atmosfera, un “mood”. Se questi non risuonano con le persone alle quali stiamo comunicando, il riscontro è deludente, nullo o spesso anche controproducente.

Le persone reagiscono agli stimoli visivi e testuali senza averne consapevolezza. Basano le loro reazioni sulle emozioni.

Ecco perché la strategia di comunicazione va costruita secondo un piano editoriale strutturato: dalle parole alle immagini, fino ai video.

Soprattutto i video sono ottimi ‘contenitori’ per dare un’idea dell’hotel, dagli esterni fino alle camere, ai servizi e allo stesso staff.

La pubblicità online

Oltre alla visibilità organica, che ottieni con la SEO e che non è a pagamento, ci si può avvalere della pubblicità sui motori di ricerca come Google o Bing, oltre che di quella sui Social.

La pubblicità va strutturata in base alle diverse fasi di consapevolezza della persona, puntando alla creatività e all’originalità di claim, testi, immagini e video.

Una persona potrebbe essere già consapevole della sua preferenza, quindi cercare una soluzione più specifica; oppure potrebbe iniziare la sua ricerca da molto più lontano.

Primo caso: un esempio è “Vacanza al mare in Sicilia”
Secondo caso: “Vacanze al mare low cost agosto”.

Come è evidente sono due tipi di ricerche diverse.

Le campagne pubblicitarie dovranno corrispondere ai diversi intenti di ricerca (e fasi di consapevolezza).

Ancora diverso è il caso di chi cerca il tipo di struttura ricettiva o, addirittura, il suo nome.

Primo esempio: “Soggiorno in B&B a Firenze”
Secondo esempio: “Soggiorno Hotel Flaiano a Bari”.

Fidati, sceglimi, seguimi

Al di là di ogni prevedibile strategia di marketing turistico, nel mondo dell’online vale questo assunto per ogni settore: fidati, sceglimi, seguimi.

L’affidabilità che riesce a comunicare un’azienda è uno degli aspetti più importanti per fare business online. Se le persone non si fidano, non comprano.

La fiducia che riponiamo in un brand si costruisce nel tempo, grazie alla visibilità e all’autorevolezza della sua immagine, data dalla qualità dei contenuti.

Una volta conquistata la fiducia, la comunicazione può spostarsi su altri fronti.

Ad esempio, si può sfruttare il canale dell’e-mail marketing (con le newsletter) per mantenere un rapporto con il cliente nel tempo e offrire sconti e promozioni.

Molti studi di marketing dimostrano quanto sia più fruttuoso ed economico mantenere i rapporti con i clienti già acquisiti, piuttosto che trovarne di nuovi.

Ciò detto, è chiaro che un hotel abbia bisogno di intercettare sempre nuovi ospiti, considerando che le persone solitamente cambiano destinazione per le loro vacanze.

Da considerare, tuttavia, il caso dei viaggiatori d’affari che tornano nello stesso posto per motivi legati al loro business. Questo è un indotto importante da coltivare proprio attraverso la cura di un rapporto duraturo nel tempo.

Per concludere, quindi, possiamo dire che esistono diverse strategie di digital marketing turistico e che ignorarle, in un contesto ormai digitalizzato come quello in cui viviamo oggi, significa perdersi grandi opportunità.

Per pianificare insieme la migliore strategia di marketing online, non esitare a contattarmi e ti risponderò subito.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le news dedicate al mondo del web marketing turistico.

Ricorda che potrai disiscriverti in qualsiasi momento!