Con il Wi-Fi gratuito il cliente ti promuove gratuitamente

quanto si usa il wi-fi

Da un sondaggio realizzato negli US dalla Kineto Wireless:

  • 43% utilizzano tutti i giorni il Wi-Fi tramite smartphone
  • 27% utilizzano il Wi-Fi raramente
  • 21% spesso
  • 8% mai

quanto si usa il wi-fi

In Italia?

Per farti capire la situazione, non uso dati statistici, ma faccio riferimento alla mia esperienza personale.

Quest’estate ho avuto la fortuna di soggiornare in due bellissimi Hotel:

  1. Nel primo c’era a disposizione dei clienti il servizio Internet, rigorosamente a pagamento e in una specie di stanzino (gattabuia). Possibilità di utilizzare il Wi-Fi? Certo! Ma a pagamento e connessione a criceto (=lentissima)
  2. Nel secondo hotel, allestito in modo molto più professionale con ben 3 postazioni PC, sono rimasto senza parole per i costi di utilizzo: per soli 30 minuti 5€. Per 1 ora 10€. Wi-Fi disponibile ma allo stesso prezzo.

Adesso facendo riferimento ai dati di inizio post, pur essendo relativi all’utenza Americana, è facile intuire come anche in Italia vi sia un grande utilizzo del Wi-Fi. Basti pensare agli smartphone di oggi, tutti attrezzati per navigare in Internet. Basti pensare ai giovani che ormai vanno sempre alla ricerca dell’ultimo modello di cellulare “quello che ti fa andare in Internet“. Basti pensare ai sempre più venduti e richiestissimi iPhone.

Eppure la cultura del Wi-Fi gratuito in Italia proprio non pare prendere piede, se non in sporadici casi.

Ma pensando al settore turistico ricettivo, la cosa più negativa da guardare, non è tanto il fatto che le persone non possano utilizzare Internet. Quello che a me dispiaceva nelle mie vacanze non era il fatto di non poter navigare gratuitamente, quanto piuttosto il pensiero che la struttura ricettiva così facendo, si precludeva una possibile chance di promozione turistica altrettanto gratuita.

Perchè?

Se io andassi in un Hotel e trovassi la rete Wi-Fi gratuita, ecco cosa farei: entrerei in Facebook, direi dove sono e com’è l’hotel in cui mi trovo, automaticamente il mio status si diffonderebbe al mio account Twitter, FriendFeed, Google Buzz, LinkedIn etc.. E ancora potrei entrare in Foursquare per segnalare dove mi trovo e far sapere a tutti i miei contatti in quale struttura sono andato. Tutti i miei contatti potrebbero notare la positiva impressione che ho avuto dell’Hotel e magari un domani si ricorderanno di quella struttura. (Senza dimenticare il prossimo arrivo di Facebook Places, a cui dedicherò un post prossimamente).

Senza particolari sforzi l’Hotel si ritroverebbe un pò di pubblicità in maniera del tutto gratuita. Perchè tutti quelli che hanno uno smartphone è SICURO che usano quei mezzi sociali (social network) che oggi sul web fanno la differenza e sono realmente capaci di dare diffusione ad un Brand.

E’ come dire che TU albergatore offri un servizio gratuito (il Wi-Fi) al cliente, che a sua volta, sempre gratuitamente ti potrà promuovere sul Web. E sicuramente sai quanto conta ed è importante un’azione spontanea da parte di un tuo cliente che proprio in quel dato momento sta soggiornando da te.

Ma no! Macchè! Continuiamo a far pagare per navigare in Internet, io nel fratempo rincaro la dose e vi lascio con questi altri dati provenienti dall’altra parte del mondo, dove forse il web marketing turistico ha sicuramente vita più facile.

Motivi per cui viene usato il Wi-Fi sugli smartphone:

Danilo Pontone

Con il Wi-Fi gratuito il cliente ti promuove gratuitamente ultima modifica: 2010-08-25T10:32:58+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.