Banner TripAdvisor: scrivi una recensione. Meglio di no!

Per la stesura di questo post, prendo spunto direttamente da un interessante scambio di battute che ho avuto su Twitter con @alfonsodilieto.

Tutto inizia da una domanda in cui mi viene fatto notare che un Hotel presenta nella sua home page un banner del portale turistico TripAdvisor.

recensione sull'hotel

Questo banner invita esplicitamente gli utenti a scrivere una recensione per la struttura alberghiera.

Alfonso mi chiede dunque se una richiesta tale non sia troppo diretta; una modalità piuttosto sconveniente per richiedere questo favore agli ospiti di un sito.

Effettivamente io ritengo questo sistema piuttosto scomodo per diversi motivi che elencherò di seguito:

  1. Assenza di spontaneità. Sembra quasi una forzatura. Piuttosto che un banner con la dicitura “scrivi una recensione“, trovo migliore un banner più soft che invita gli utenti a leggere le recensioni su TripAdvisor, di chi però ha già soggiornato nella struttura. Poi sarà l’utente a decidere se fare altrettanto.
  2. Disintermediazione. Perchè continuare a regalare popolarità ai portali turistici? Oltretutto nel banner di TripAdvisor c’è un link diretto al sito istituzionale. Se tutti gli hotel inseriscono tale banner il ritorno di visibilità per questo portale d’intermediazione diventa devastante.
  3. Uscita dal sito. Il rischio per l’hotel che inserisce un banner del genere è il seguente: l’utente entra nel sito della struttura ricettiva –> vede il banner –> clicca e atterra sul portale. A questo punto l’utente è uscito dal sito dell’hotel e potrebbe cercare altre strutture con il sistema di comparazione prezzi di TripAdvisor. Questo aspetto è legato sempre alla disintermediazione. Lasciando il banner e consentendo l’uscita dal proprio sito istituzionale, si favorisce l’intermediazione.
  4. Credibilità. Quanto ci si può fidare di TripAdvisor? Non metto in dubbio la sua utilità. Almeno questa bisogna riconoscerla. Ma sto parlando del fatto che sono ormai troppe le contestazioni che vengono quotidianamente fatte a questo portale. Tutto il vociare giunge anche alle orecchie dei viaggiatori, i quali potrebbero cominciare a pensare che molte delle cose presenti su TripAdvisor non sono poi così credibili.
  5. Veridicità della recensione. Poniamo il caso che quel banner sortisca l’effetto dovuto. Ma quanto veritiera potrà essere una recensione realizzata “sotto forzatura”? All’utente potrebbe sembrare che l’albergatore stia chiedendo una recensione che in partenza sia positiva, altrimenti non la chiederebbe affatto.
  6. Cattivi recensori. Ultimo punto a cui preferisco non dare troppo valore perchè mi fido della sincerità del web. Ma esporsi così tanto fin dalla home page del proprio sito istituzionale, potrebbe far risvegliare anche i sentimenti negativi dei competitors. Quel banner potrebbe indurre, perchè no, a scrivere qualcosa di sleale. (ripeto: mi auguro di no!).

Queste sono solo mie considerazioni. Ognuno poi è libero di fare e agire come meglio crede. Ma sono convinto del fatto che il mio sito deve promuovere me stesso e non di certo deve essere il luogo per pubblicizzare portali che non ne hanno affatto bisogno!

Prima di concludere ti avviso che gli scambi di battute su twitter non si sono fermati solo a questo aspetto. Prossimamente ti racconterò qualco’altro che potrà interessarti…

Danilo Pontone

Banner TripAdvisor: scrivi una recensione. Meglio di no! ultima modifica: 2010-05-03T09:00:43+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.

  • Ottimi spunti. Concordo soprattutto sul rischio di intermediazione, tuttavia non sono d’accordo circa la reputazione di Tripadvisor: è ancora fortissima, autorevole, quasi imprescindibile prima di una prenotazione. Non cercarne di trarne vantaggio o almeno provare ad “ottimizzare” la propria presenza è secondo me un errore strategico.
    Soprattutto se la struttura gode di buona repotazione su TA, invitare gli utenti a scrivere recensioni (implicitamente positive) può avere un impatto notevole sulle conversioni.
    Al contrario, se l’hotel ha bassa reputazione, non credo ne valga la pena..
    F.

  • Concordo pienamente con Francesco, e aggiungerei: non mi pare una forzatura. Sarebbe come a dire che qualsiasi banner è una forzatura :) Vista da un’altra prospettiva, è anche un modo di far capire ai nostri clienti che ci interessa la loro opinione, affidandola ad un ente terzo che non è l’albergo e che come diceva Francesco, gode ancora di un’ottima reputazione nonostante i numerosi reclami.

    E’ invece vero che far uscire l’utente dal proprio sito non è quasi mai una buona idea, e credo che in questo TripAdvisor dovrebbe permettere agli hotel di fare tutto dall’interno del loro sito, aprendo delle API che permettano lo sviluppo di applicazioni su siti esterni a TA, per poter inserire contenuti direttamente da quei siti. Volenti o nolenti, penso che ci arriveranno.

    • Ma infatti Antonio, penso che il problema sia proprio mettere il banner che fa uscire dal sito gli utenti, indipendentemente da quello che c’è scritto sul banner stesso. Invitare un utente ad andare a scrivere una recensione sul proprio hotel fa verificare proprio questa cosa.

      Ma al di la di questo, penso che il miglior modo di richiedere una recensione sia il sistema automatico di portali turistici come booking.com, che alla fine di un soggiorno spedisce una mail chiedendo all’utente di inserire i propri pareri sulla struttura ricettiva. O meglio ancora che sia l’albergatore a chiedere di persona al cliente una recensione. Il bannerino piazzato in home page non porta frutti, ma secondo me solo danni, e porta visibilità a tripadvisor.

      Sarei curioso di sapere quanti clienti e utenti del web vedono quel banner e ci cliccano per poi fare effettivamente una recensione. Il “tasso di conversione” credo sia molto molto basso, e intanto T.A. si popola di visite…

  • Quello che dici, Danilo, è verissimo, ma dal punto di vista dell’utente l’esposizione del banner TA conferisce trasparenza, apertura, affidabilità: è come dire, se non ti fidi dei miei contenuti puoi controllare su TA, e se vuoi, addirittura recensirmi.

    In altre parole, secondo me il banner TA dà più di quel che toglie, poichè aiuta a costruire relazioni solide e basate sulla fiducia, che sono alla base del web marketing (già da prima dell’esplosione dei social media).

    Inutile del resto fare finta che TA non esista: l’utente una sbirciatina ce la dà sempre!

    • Come faccio a fidarmi di recensioni che vengono quotidianamente messe in ridicolo dagli albergatori stessi? E’ un pò un controsenso.
      Naturalmente il discorso dovrebbe entrare molto più nel dettaglio. Io mi permetto di dire che su TA non è tutt’oro quello che luccica perchè comunque leggo spesso di articoli che sminuiscono il servizio. Mi rendo conto allo stesso tempo che sono sempre tanti coloro che invece non hanno la stessa conoscenza dei fatti.

      Permettimi però di farti notare che la frase del banner di TA non invita a leggere le altre recensioni di altri clienti, ma invita a lasciare semplicemente una recensione. Che poi gli utenti possano rendersi conto di altre recensioni è una cosa che passa in secondo piano. L’invito all’azione, in questo caso è più che evidente: “scrivi una recensione”.

      In modo più soft, per indicare quello che tu stesso hai detto, il banner avrebbe dovuto dire: “leggi cosa dicono di noi altri clienti”. Una differenza che ho riportato anche nel post.

      TA è senza dubbio, ribadisco, un portale importante che non si può fare a meno di sfruttare. Io stesso dico che usufruire dei protali turistici è indispensabile. Ma lo si può fare benissimo senza dover dare ulteriori vantaggi agli stessi. ;)

  • Ottimo post Danilo, io sono per non inserire il banner di tripadvisor sul sito ufficiale dell’hotel sia per i motivi che hai elencato tu che per tanti tanti altri…:)! Credo che sia più opportuno utlizzare altri metodi per invitare i propri clienti ad inserire una recensione on-line, e-mail o contatto diretto in hotel… Inoltre c’è da dire che la questione recensioni sta prendendo una brutta piega… quindi forse è bene non dare tutta questa visibilità a TA che ad oggi ancora non ha messo a punto un sistema efficiente per verificare l’autenticità di quest’ultime.

    Forse per favorire le conversioni risulta più utile inserire widget tipo quello di venere che ti visualizza direttamente il voto medio dei giudizi degli ospiti… Però poi lì c’è il problema intermediazione…:)!

  • Eccolo là: vuoi vedere mò che sarebbe più spontaneo un feedback su Facebook?

  • Anche io non sono un grande fan di Tripadvisor, così come di altri megasiti del genere (che peraltro usano quasi sempre il nofollow).
    Internet ha avuto il pregio di abbattere molte di queste forme di intermediazione. Meglio non dare troppo potere a questi portali, quindi.

  • O visto solo ora questo post e trovo che sia molto interessante, concordo con il fatto che sia una forzatura invitare il visitatore a scrivere una recensione (anche perchè magari ci deve ancora andare in hotel), però trovo utile rimandare su T.A. per far vedere agli utenti cosa ne pensa chi nell’hotel ci ha già soggiornato, evitandogli così di andarsi a cercare le recensioni da solo, inoltre andando un attimo O.T., mi sembra che mettere un banner ufficiale di T.A. sul sito dell’hotel gli dia anche una mano nel posizionamento (questa però è una mia idea).

  • Eccolo là: vuoi vedere mò che sarebbe più spontaneo un feedback su Facebook?