TikTok per hotel: ha senso considerarlo?

TikTok per hotel: è ancora troppo presto?

TikTok è il social network che più negli ultimi mesi ha catalizzato l’attenzione dei media e dei marketer digitali.

La sua crescita è stata esponenziale e rapidissima, tanto che in molti – anche nel settore turistico – hanno cominciato a chiedersi come funzioni e se ha senso aprire già un profilo.

In questo articolo cercheremo di capire nel dettaglio come funziona TikTok e se può già essere utile per promuovere un hotel.

Cos’è TikTok

Interfaccia dell'app TikTok

TikTok si autodefinisce “la piattaforma N.1 al mondo per i video brevi“: un payoff decisamente accurato.

Si tratta di un’app che permette agli utenti di creare, condividere e interagire con video che durano al massimo 15 secondi. In realtà si possono pubblicare anche video più lunghi, caricandoli dai file del proprio smartphone.

I contenuti di TikTok riprendono il formato verticale delle “storie che tanto vanno di moda nell’ultimo anno su Instagram e Facebook, con la differenza che qui i video non spariscono dopo 24 ore.

La musica è la vera protagonista di questo social. Gli utenti infatti possono attingere a un enorme database di canzoni ed effetti sonori, per creare scenette comiche, spesso oltre il limite del ridicolo.

Ma l’aspetto che più definisce TikTok è il suo forte senso di community che si costruisce attorno agli hashtag popolari. La collaborazione tra utenti, infatti, è un grande incentivo a utilizzare la piattaforma: si può “duettare” con gli altri replicando ai loro video, oltre che “sfidare” le altre persone ad eseguire determinate canzoni o scenette.

I numeri di TikTok

I numeri di TikTok sono semplicemente incredibili. Al 2019 l’app risulta essere stata scaricata oltre 1 miliardo di volte, dopo che nel 2018 i download furono 663 milioni, più di Instagram, YouTube e Facebook, con una crescita del 407% rispetto al 2017.

Ma non è solo una questione di download. Il social cinese è una delle app più utilizzate al mondo, con ben 500 milioni di utenti attivi mensili. Per dare un’idea, ad Instagram sono serviti 6 anni per raggiungere lo stesso risultato.

Gli utenti passano in media 52 minuti al giorno sulla piattaforma, contro i 53 di Instagram e i 58 di Facebook: non male per un social emergente.

Qual è il motivo del successo di TikTok?

Sono diversi i motivi per cui TikTok sta avendo così tanto successo. Per prima cosa, non pone delle barriere d’ingresso: per fruire dei contenuti, infatti, non serve avere un account.

La user experience, poi, è perfetta. Passare da un video all’altro è così semplice che dà assuefazione: basta uno swipe verso l’alto per vedere il contenuto successivo.

Un altro fattore di successo sono le sfide musicali che nascono dagli hashtag popolari: da un lato catalizzano l’attenzione di pubblici mirati (quelli che seguono un determinato topic) e dall’altro vengono apprezzate trasversalmente dagli utenti della piattaforma.

Ma forse, ciò che rende TikTok davvero speciale è il suo potente algoritmo di intelligenza artificiale e di machine learning, che rende i video suggeriti molto pertinenti e spesso irresistibili.

TikTok può essere utile per un hotel?

È davvero troppo presto per dire se TikTok in futuro potrà essere una piattaforma utile per promuovere una struttura ricettiva.

Per ora i tempi non sembrano ancora maturi, come testimonia il dato sull’età media degli utenti: il 66% degli utilizzatori ha meno di 30 anni e ben il 41% ha tra i 16 e i 24 anni. Insomma, è un social per giovani, se non giovanissimi: un target con scarso potere d’acquisto nel settore travel.

Tuttavia, basta scorrere gli hashtag su TikTok per capire quanto sia perfettamente adatto per diffondere contenuti a tema viaggi. Sulla piattaforma esistono già migliaia di video pubblicati da ospiti che raccontano la propria esperienza nelle strutture alberghiere.

Anteprima di un video su TikTok in piscina

Anche alcuni hotel, italiani e internazionali, hanno provato a cimentarsi nella creazione di contenuti: sforzi apprezzabili ma dai risultati per lo più discutibili. Almeno per ora.

Anteprima del video su TikTok dell'Hotel David


Intanto nell’ultimo anno la piattaforma si è aperta alle pubblicità. TikTok Ads permette di creare annunci pubblicitari da mostrare agli utenti durante la loro navigazione. Proprio come Facebook, si possono creare delle campagne impostando obiettivo, gruppi di annunci, posizionamenti, pubblico, budget e le varie tipologie di creatività.

Insomma, le potenzialità non mancano, ma sarebbe un errore buttarsi subito a capofitto ad aprire un account. Il FOMO (Fear Of Missing Out), ovvero la paura di arrivare tardi nell’adozione di una nuova tecnologia può fare danni, soprattutto se non si è ben consapevoli di cosa fare e come farlo.

Il vero tema è che ancora troppe strutture ricettive italiane non sanno come usare bene i social più utilizzati.

Se il tuo hotel non è ancora riuscito a sfruttare il suo potenziale su queste piattaforme, non ha senso pensare già a come promuoversi in un ambiente che è ancora di nicchia (almeno nel settore travel).

Solo quando sarai riuscito a presidiare con efficacia social come Facebook, Instagram e Pinterest, allora ci potrà essere spazio per la sperimentazione su TikTok.

The following two tabs change content below.
Digital Marketing Specialist, elabora strategie di web marketing e ne gestisce gli aspetti operativi, in particolare content, SEO e advertising.