Se devi tentare il suicidio fallo su Facebook non su Groupon

In questi giorni di Pasqua mi è capitato spesso di ricevere diverse Newsletter di Groupon su offerte di strutture alberghiere che davano la possibilità agli utenti di usufruire di ottimi sconti di soggiorno.

Groupon-VS-Facebook

Dopo l’ennesima email ho cominciato a riflettere su una cosa…

Ma se una struttura alberghiera deve tentare il “suicidio” su Groupon, perchè secondo me di suicidio si tratta, non le conviene farlo direttamente su Facebook? Almeno sarebbe un “mezzo suicidio”…

Mi spiego meglio. Seppur siano ancora tanti gli albergatori scettici nei confroni di Groupon, per via delle modalità di offerte estremamente esagerate che propone agli utenti della community, ve ne sono molti altri che si lanciano sul portale nella speranza di rilanciare le prenotazioni e l’immagine del Brand.

E così le prenotazioni vanno a gonfie vele. In meno di 10 ore ho visto casi in cui si superavano persino le 200 prenotazioni. Tale azione sicuramente fa breccia nel cuore e nella mente dell’utente che acquista la super-offerta. Ma come ho già avuto modo di dire qualche giorno fa, questo sistema ne vale davvero la pena? La struttura alberghiera non è che ottenga un grande ritorno a livello economico, eccezion fatta per l’indiscutibile azione pubblicitaria. Ecco perchè parlo di “suicidio”: un sacco di prenotazioni con una svendita alle volte al di sotto del 50% del prezzo intero del soggiorno.

Ma allora io dico: se tu albergatore sei tanto coraggioso da fare una cosa del genere, perchè non usi lo stesso coraggio per una promozione più strategica e mirata attraverso Facebook?

Se io fossi proprietario di un Hotel non andrei prima su Groupon a “regalare” un soggiorno ai miei clienti, bensì su Facebook. Se fossi tanto coraggioso da abbassare di più del 50% il prezzo di un’intera prenotazione farei lo stesso sconto direttamente su Facebook. Ma almeno così, qualora avessi una mia pagina fan, riuscirei a fare un “mezzo suicidio” perchè potrei accrescere il numero di utenti e la visibilità della mia pagina fan.

Se Groupon funziona così:

  1. Inserimento dell’offerta
  2. Descrizione dell’offerta
  3. Breve descrizione della struttura alberghiera
  4. Acquisto online

Facebook invece funziona così:

  1. Inserimento dell’offerta
  2. Personalizzazione dell’offerta
  3. Descrizione completa della struttura alberghiera
  4. Eventuali foto
  5. Eventuali video
  6. Fan/Amici che fanno da “referenti” per potenziali clienti
  7. Possibilità di contattare lo staff della struttura alberghiera direttamente sulla bacheca della pagina
  8. Diffusione automatica dell’offerta grazie ai nuovi fan che cliccano sul “mi piace”

Ora a conti fatti credo che Facebook riuscirebbe senz’altro ad offrire un ROI che se non per forza economico sarà sicuramente più efficace a livello di Branding.

Su Facebook adesso è anche possibile fare delle bellissime personalizzazioni e integrazioni grazie all’iFrame e quindi allestire una bella offerta per i propri fan diventa decisamente più facile. Potresti ad esempio creare su Facebook una paginetta ad hoc che invita a diventare Fan della pagina e usufurire dello sconto riservato. Potresti persino integrare all’interno di Facebook un sistema di booking online che indirizza però l’utente direttamente sul tuo sito web e in tal modo lo spingi anche a visitare il tuo sito istituzionale. Di strade da percorrere ce ne sarebbero davvero tante, e se hai già letto e studiato il corso FBStrategy sono certo che hai capito benissimo quali sono le potenzialità di cui ti sto parlando.

Potresti inoltre promuovere la tua iniziativa lanciando una Newsletter a tutti i tuoi clienti. Potresti anche utilizzare l’Advertising di Facebook. Potresti promuovere l’offerta della tua pagina Facebook con il Pay Per Click di Google Adwords etc.

Insomma quello che voglio farti capire è che quando fai promozione su Groupon il tuo ritorno avrà durata molto breve mentre se effettui una strategia più accurata su Facebook allora il tuo ritorno sarà più lungo e potrai sfruttarlo per alimentare ulteriori offerte in futuro.

E poi toglimi una curiosità: ma perchè fare una promozione “sconvolgente” per i fan di Facebook e utile per il tuo Hotel è tanto difficile e invece poi andare su Groupon è così facile?

Lascio la parola a voi…

Danilo Pontone

Se devi tentare il suicidio fallo su Facebook non su Groupon ultima modifica: 2011-04-26T08:54:16+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.