Mirko Lalli: i Social Media e il sorprendente caso Toscana

Ho trovato l’intervento alla BTO edizione delle Isole di Mirko Lalli (responsabile comunicazione e marketing Fondazione Sistema Toscana), molto pratico e concreto sul discorso Social Media.

La presentazione di Mirko inizia dal progetto “Voglio Vivere Così” di cui il video sotto. L’obiettivo era quello di coinvolgere i più giovani e i più ricchi al fine di aumentare il turismo in toscana, aumentare l’awareness dell’offerta turistica toscana, influenzare le scelte d’acquisto dei viaggiatori attraverso meccanismi di passaparola. Per fare questo non si è usato il canale tradizionale (advertising) bensì il canale d’Invertising (v. Paolo Iabichino): i social media con il loro vasto popolo del web.

Che risultati sono stati ottenuti? Vediamoli di seguito…

La funzione principale della campagna promozionale online doveva essere, come detto, essenzialmente il passaparola. Il video utilizzato e messo su YouTube ha contribuito nella diffusione dello stesso con ben 32000click to comment nella sola prima settimana.

Legando l’analisi dei media tradizionali a quelli della Rete si è ottenuto un ottimo riscontro: quando la pubblicità passava per televisione, c’erano poi dei successivi picchi nel web registrati proprio su YouTube. Evidente quindi come le persone hanno la necessità di cercare e approfondire le informazioni proprio su Internet, luogo ideale che risponde spesso a questa esigenza.

Tutta la campagna promozionale doveva anche consentire di misurare il ritorno avuto.
Ma com’è possibile questo con strumenti di social media?
Cosa bisogna misurare?

Mirko suggerisce giustamente, che il ROI deve essere misurato e valutato in base alla propria strategia, sulla base di quello che è rilevante per se stessi. Tra i primi risultati ottenuti nella campagna “Voglio vivere così” è emerso che:

  • i viaggiatori amano condividere online le foto
  • gli utenti sono soliti ricercare eventi
  • nei primi sei mesi 315.268 conversazioni e i temi rilevanti sono relativi al “brand” Toscana
  • 7.500 contenuti originali
  • più di 18.000 interazioni con gli utenti
  • 91.000 pagine viste su blog e siti
  • 100.000 visualizzazioni su Facebook
  • 17.500 fan
  • 5.000 followers
  • 19.000 visualizzazioni su Youtube

Tutta la campagna ha preso piede e fondamento partendo da due binari paralleli: offrire servizi e buoni contenuti (Content is King)! In questo modo gli utenti avrebbero potuto trovare validi servizi offerti dalla Regione Toscana, accompagnati da ottimi contenuti in grado di valorizzare l’offerta e il patrimonio turistico Toscano. Alla base vi è quindi una volontà di promozione territoriale!

Con Mirko Lalli si ritorna quindi sull’importanza del fare Sistema. In questo modo, anche con la valorizzazione del Territorio, unendo reciproci interessi, tutti gli albergatori potranno beneficiarne migliorando così la propria offerta turistica. Naturalmente il mezzo per fare questo lo offre la Rete Internet: i social media.

Mirko Lalli chiude l’intervento ricordando quanto sia importante mettersi sempre dalla parte del turista e chiedersi cosa si può fare per lui.

Parole da non lasciar volare al vento!

Danilo Pontone

Mirko Lalli: i Social Media e il sorprendente caso Toscana ultima modifica: 2010-06-07T09:03:38+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.