Facebook: meglio una Pagina unica o più Pagine in lingue?

Fabio, un lettore di Hotel 2.0, qualche giorno fa ha scritto per farmi una domanda che li per li mi ha lasciato abbastanza perplesso. Il suo dubbio era quello di creare una pagina Facebook in lingua inglese considerando che ha già la sua pagina Facebook in italiano, anche bella attiva.

Pensandoci bene anche gli hotel potrebbero incappare in questo dubbio.

pagine_facebook

Se quindi si ha l’esigenza di rivolgersi all’utenza straniera, come bisogna comportarsi?
Ha senso costruire una pagina dedicata al target straniero?

Ti rispondo subito dicendoti che la risposta si trova in realtà proprio dietro l’angolo. (soluzione di cui sono venuto a capo grazie all’attento lavoro di approfondimento di Alessandro Sportelli con il Corso FBStrategy)

Fortunatamente infatti, Facebook ci mette a disposizione il famoso e interessante strumento “Facebook Insights“, che sono quasi sicuro pochissimi vanno a controllare. Fatto sta che la risposta sta proprio in questo strumento.

Se provi ad accedere alla tua pagina e a consultarne le statistiche, troverai un bellissimo ed esauriente schema che ti riassume in modo molto chiaro la provenienza delle persone iscritte alla tua pagina. Se vado a guardare le mie statistiche mi accorgo di quanto segue.

facebook-insights

Come puoi notare c’è predominanza assoluta di utenti italiani. Sicuramente dipende dal fatto che il mio blog è solo in lingua italiana. Nonostante tutto capisco che, nel mio caso, non avrebbe alcun senso creare una pagina Facebook di Hotel 2.0 in lingua inglese.

Ma per te che hai una struttura alberghiera il discorso può essere ben diverso. Spesso i siti degli hotel, bed and breakfast, agriturismi etc. presentano una versione linguistica straniera. Quindi questo porta senz’altro utenti stranieri sul sito. Se sul tuo sito istituzionale promuovi la tua pagina facebook di conseguenza potresti anche aver spinto gli utenti stranieri ad iscriversi alla pagina Facebook in italiano.

Se proverai ad andare nelle tue statistiche potresti notare quindi un numero di utenti appartenenti ad altre nazioni ben più considerevole del mio. Se per ipotesi su 1000 fan almeno il 50% degli utenti proviene da Paesi esteri, potresti allora pensare di realizzare una pagina dedicata in lingua. In questo modo agevoleresti il tuo target estero nelle comunicazioni, richieste e domande durettamente su Facebook.

Ecco perchè si dice sempre che consultare le statistiche è tanto importante. Oltre a Facebook Insights, puoi e devi guardare anche le statistiche di Google Analytics. Questo ti consente di vedere la mappa mondiale di provenienza delle visite. Se visualizzi una concentrazione di utenti provenienti dall’estero allora quello è il segnale che una pagina dedicata in lingua inglese, o magari anche tedesco, spagnolo, francese o chissà cos’altro, potrebbe essere una valida decisione.

Alcune Obiezioni

L’amica Lisa Guerrini, mi ha fatto una bella osservazione che condivido parecchio. Lei sostiene che creare pagine Facebook in lingue dedicate equivarrebbe a far entrare in hotel gli italiani dalla porta centrale, gli inglesi dalla porta laterale, i francesi dal retro. Nella realtà una cosa del genere è impensabile. Forse è meglio avere una pagina unica gestita in italiano e nello stesso tempo in altre lingue.

Oltre a questa bella obiezione io ci aggiungo pure che: l’albergatore fa già fatica a gestire una pagina, figuriamoci più di una.

E allora per uscire da questo dielmma si può concludere con due cose semplicissime:

  1. mantenere una pagina unica, multilingue e multietnica va benissimo. D’altronde non credo che ad un’ipotetico inglese costi molta fatica porre una domanda nella sua lingua su una pagina italiana. Tanto meno non credo che l’albergatore sia incapace di rispondere in inglese. :-)
  2. PERÓ se dalle tue statistiche emerge che l’utenza estera è il tuo target di riferimento, o quanto meno ti rendi conto che i dibattiti sulla tua pagina italiana sono più in lingua straniera che non italiana, allora facci un pensierino a diversificare le pagine sulla base del tuo target e traffico.

Ringrazio Fabio per la domanda e lo spunto di riflessione offerto e gli auguro buona fortuna con le sue pagine Facebook.

Per qualsiasi domanda o dubbio lasciami un commento.

Danilo Pontone

Facebook: meglio una Pagina unica o più Pagine in lingue? ultima modifica: 2011-03-09T12:45:12+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.