Link Esterni: una potenziale strategia SEO

link-esterni-seo-sito-web

Una volta ultimata la costruzione di un sito web e una volta pubblicatolo, la prima cosa di cui un webmaster o il proprietario di un sito si preoccupano è, giustamente, la link popularity. Sorvolo su che cosa sia sicuro che ormai tu sappia che cosa s’intende con questo termine.

Ma prima di pensare a questo aspetto e prima ancora di iniziare la frenetica ricerca di link che puntino al proprio sito (inbound link), perché non pensare ai link in uscita (outbound link) dal nostro sito?

Intendo tutti quei link che da una pagina del nostro sito puntano ad una fonte esterna…

Di solito il ragionamento del webmaster o di chi si occupa della SEO è il seguente: non inserisco link nelle mie pagine altrimenti perderanno il loro valore. Come dire che una pagina in cui non è presente nemmeno un link esterno è fortissima, pagine che invece ne presentano sono deboli.

Ma questo non è propriamente vero. La pagina ha un suo valore predefinito, che resta invariato a meno che non subisca qualche specifica penalizzazione. Tale valore sarà solo ridistribuito sulle varie pagine esterne che si vanno a linkare. Per spiegartelo in modo molto grossolano: la tua pagina ha valore 3 e su di essa hai inserito tre link a tre siti esterni. Ciascuno di questi tre siti prenderà valore ridistribuito pari a 1. (Non dimenticare mai il discorso sulla Tematicità dei Link e sul TrustRank)

Di certo non devi andare a linkare siti Spam, perché rischieresti di fare del male alla tua risorsa ovvero al tuo sito. È sufficiente inserire un link ad una fonte esterna se lo si ritiene davvero necessario ma soprattutto utile per l’utente.

A differenza di quanto si possa credere, i link esterni possono anche aiutare il tuo sito web, perché se vai ad inserire un link tematico con il tuo sito o un link che ha a che fare con ciò di cui stai parlando, allora anche il motore di ricerca premierà la tua scelta.

Facciamo un esempio per il sito delle strutture alberghiere. Ipotizziamo che nella descrizione del tuo hotel accenni al fatto che “la struttura si trova in posizione comoda e vicino ai mezzi di trasporto“. Hai mai pensato che potresti inserire un link ad un sito che offre una tabella relativa agli orari dei mezzi di trasporto?

Altro esempio: il tuo agriturismo si trova proprio vicino al centro termale. Ma perché non inserire un link al sito ufficiale delle terme? Oppure un link a qualche sito che parla di questo centro termale.

Potresti pensare che fare un’azione del genere svalorizzi il tuo sito favorendo quello altrui. E invece mettiti nell’ottica del potenziale cliente che avrà la possibilità di trovare grazie a te molte più informazioni. Nel secondo esempio che ti faccio, potrebbe anche accadere che il tuo potenziale cliente visiti il sito delle terme, si accorga di quanto siano belle e decida così di prenotare nel tuo agriturismo per poi recarsi a fare il tanto desiderato bagno termale. Grazie a quel tuo link esterno ti sei guadagnato una potenziale prenotazione.

Un ultimo esempio. Ipotizziamo che io stia cercando su Google “informazioni sulle terme“. Se la pagina del tuo sito che contiene tali informazioni è sufficientemente forte e rilevante, potresti comparire per tale ricerca e ricevere su di essa traffico = visite = potenziali clienti. Questo ti fa capire come il link esterno possa rivelarsi, alla fine, una buona strategia SEO.

Ovvio però che non devi esagerare. Non sto dicendo che devi andare a tappezzare il tuo sito con mille link esterni. Fallo in maniera corretta e soprattutto quando lo ritieni davvero utile per l’utente che legge! :-)

Danilo Pontone

Link Esterni: una potenziale strategia SEO ultima modifica: 2010-09-06T09:10:17+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.