Google Panda: l’Article Marketing è morto!?

Da qualche giorno su molti blog e forum si discute dell’ultimo aggiornamento dell’algoritmo Google: il Panda update ideato dagli ingegneri del motore di ricerca per andare a colpire e penalizzare i siti di bassa qualità.

Questo vuol dire che tutti i siti che non presentano contenuti originali e per l’appunto di qualità saranno a rischio di penalizzazione rispetto ad altri che sui contenuti (Content is King) hanno concentrato i loro sforzi.

google-panda-article-marketing

Ma anche la link popularity di scarsa qualità, a seguito di questo aggiornamento, subirà dei grandi stravolgimenti e ciò di cui molti si stanno preoccupando sono i famosi siti di Comunicati Stampa e Article Marketing.

Anche Hotel 2.0 vuol dire la sua al riguardo…

Per farlo parto dalla risposta che durante il Be-Wizard 2011 Marcus Tandler ha dato ad una domanda fatta dall’amico e collega Enrico Ferretti di turismoeconsigli.com

Tandler senza tanti giri di parole afferma che:

l’Article Marketing per la link popularity e posizionamento dei siti web è da abbandonare!

Voglio prendere le distanze da questa affermazione e dire invece come la penso.

Premetto che, sui vari siti per i quali ho avuto modo di fare attività di posizionamento, ne figurano alcuni che si sono posizionati solo ed esclusivamente con attività di Article Marketing.

Mi riesce difficile pensare ad un abbandono totale dell’Article Marketing, perchè se è vero che ci sono un’infinità di siti che pur definendosi adatti a questa attività non lo sono per niente, allo stesso tempo ce ne sono tanti altri validi e che strutturano al meglio i siti in cui andare a fare articoli con fine di posizionamento.

Il problema che scaturisce da Google Panda sono infatti quei siti che presentano contenuti di scarsa qualità. E’ ovvio che se si è lasciato spazio ad un Article Marketing con testi di qualsiasi tipo, anche duplicati su vari siti, saranno inevitabilmente penalizzati e penalizzanti.

Eppure vi sono Webmaster creatori di piattaforme apposite che stanno bene attenti a regole fondamentali che valorizzano l’Article Marketing. Questi siti evitano contenuti duplicati, non pubblicano articoli inferiori ad un tot di parole, o pieni zeppi di link, o con un tono troppo autopromozionale e non pubblicano mai un articolo se non previa revisione. Il proprietario del sito infatti revisiona sempre l’articolo per vedere se questo possa davvero essere una risorsa valida per il web e quindi anche per il suo sito. Fino a ieri, questi siti che non pubblicano nell’immediato un articolo, sono sempre stati giudicati perfezionisti, fiscali ed anche scassa… ma oggi invece le cose dovranno cambiare per forza di cose, e da questi si dovrà imparare ad accettare la negazione di pubblicazione di un articolo. Perchè se quell’articolo non viene pubblicato allora vuol dire che c’è qualcosa di non conforme a cui bisogna porre rimedio.

Una volta che il proprio articolo sarà pubblicato allora si potrà stare sicuri di aver lanciato sul web un contenuto di qualità che non solo aiuterà la crescita del sito di article marketing ma anche del proprio che si è andato a linkare nell’articolo.

Bisogna mettersi in testa una cosa, che poi secondo me è il problema del “bad article marketing“: quando si scrive su siti altrui, bisogna far finta che si stia scrivendo per un proprio sito. Spesso invece, poichè il sito non ci appartiene si pensa di andare su di essi e scrivere una marea di porcate! Non è corretto. Bisogna imparare a fare Article Marketing di qualità da chi ci ospita. Se non si cambia metodo, si rischia di perdere anche questo mezzo molto utile per la link popularity.

E i Comunicati Stampa?

In tal caso direi che la frase di Tandler si adatta benissimo: abbandonali! E abbandona tutti quei siti che non badano ai contenuti duplicati. Perseverare su questa strada non farà altro che penalizzare il tuo stesso sito.

Quali sono i siti migliori di article marketing?

Non sto qui a fare un elenco infinito. Mi limiterò a rimandarvi su due forum di settore:

Lista siti Article Marketing e Comunicati Stampa | Web Marketing Forum

GOOGLE PANDA: CONSIGLI UTILI PER I SEO

Per capire meglio come funziona il nuovo algoritmo Google Panda e quali ripercussioni puo’ avere sul tuo sito web in termini di traffico e di posizionamento, ti consiglio di guardare questo interessante video realizzato da Madri:

E tu come la pensi?
Credi che l’Article Marketing sia definitivamente morto?

NB: i commenti che verranno inseriti con l’unico scopo di far conoscere siti di article marketing o comunicati stampa verranno rimossi.

Danilo Pontone

Google Panda: l’Article Marketing è morto!? ultima modifica: 2011-03-23T09:09:09+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.

  • Ciao Danilo,
    penso che morirà l’article marketing o quei servizi di diffusone di comunicati stampa di scarsa qualità e per scarsa qualità intendo quei servizi di tipo “industriale”, lo stesso comunicato mandato a mille portali di CS, generando ovviamente una miriade di contenuti duplicati. Se invece il servizio di CS o AM – dal portale che li pubblica al copy che li redige – sarà fatto non industrialmente, ma con accuratezza (contenuti diversi e originali per ogni invio/portale) non prenderà bastonate da questo “Kung Fu” Panda…

    • Solo chi genera contenuto di qualità può tenere testa al “Kung fu” Panda. Spero davvero che tutti rientrino nell’ordine delle idee che non si può scrivere sempre e solo schifezze. Anche io ammetto le mie colpe. Alcune volte ho abusato di questi servizi. Ma la storia adesso è cambiata e bisogna adattarsi. Piuttosto se ne fanno di meno, ma tutti di qualità.Ciao Ale grazie per il tuo commento :)

  • Ciao Danilo,
    penso che morirà l’article marketing o quei servizi di diffusone di comunicati stampa di scarsa qualità e per scarsa qualità intendo quei servizi di tipo “industriale”, lo stesso comunicato mandato a mille portali di CS, generando ovviamente una miriade di contenuti duplicati. Se invece il servizio di CS o AM – dal portale che li pubblica al copy che li redige – sarà fatto non industrialmente, ma con accuratezza (contenuti diversi e originali per ogni invio/portale) non prenderà bastonate da questo “Kung Fu” Panda…

    • Solo chi genera contenuto può tenere testa al “Kung fu” Panda. Spero davvero che tutti rientrino nell’ordine delle idee che non si può scrivere sempre e solo schifezze. Anche io ammetto le mie colpe. Alcune volte ho abusato di questi servizi. Ma la storia adesso è cambiata e bisogna adattarsi. Piuttosto se ne fanno di meno, ma tutti di qualità.
      Ciao Ale grazie per il tuo commento :)

  • ciao danilo, condivido la tua analisi e ne sono testimone già da un bel pò. i siti di article marketing di qualità, come hai giustamente indicato, non moriranno e continueranno ad avere il loro ruolo.

    • Ciao Francesco, grazie per la tua testimonianza. Detto da una persona come te che vive anche di queste cose, è un ulteriore conferma e certezza per ciò che penso :)

  • ciao danilo, condivido la tua analisi e ne sono testimone già da un bel pò. i siti di article marketing di qualità, come hai giustamente indicato, non moriranno e continueranno ad avere il loro ruolo.

  • Bisognerà fare 10 articoli diversi da mandare a 10 siti diversi; non solo, sarà meglio accertarsi che i 10 siti selezionati non siano di quelli che accettano tutto.

    • Alessandro Giuliani

      Era già così se volevi qualche risultato apprezzabile.

  • Anonimo

    la qualità delle cose sarà comunque premiata nel tempo. Google si deve ancora basare sui link per determinare la qualità di un sito web, non ha alternative, puoi’ abbassare il ranking dal link, ma sarà costretto comunque a considerare il mio backlink’s.

    Se il mio link è inserito dentro un contesto naturale, e il lavoro di linkbuilding è fatto in modo naturale, non credo che google o altri motori di ricerca sono in grado di rilevare qualche traccia di SEO dentro. Va bhè, a parte che non mi va a vedere un mod vero e proprio.

    Ma hai voglia di rivedere tutti i link del web :)))

  • Già prima di questa novità teoricamente si era tenuti ad evitare di pubblicare un comunicato stampa o un articolo identico su diversi siti, adesso finalmente dovrebbe arrivare la spinta in più per abbandonare quei siti di bassa qualità.

    L’article marketing fatto nella maniera giusta sui siti giusti secondo me è ben lungi dal morire !!!

  • Alessandro Giuliani

    Secondo me non cambia nulla. Un sito con contenuti duplicati e pieni di link era già considerato spammoso e difficilmente passava Trust o Pagerank. Infine bisognerebbe distinguere quello che vorrebbe fare Google rispetto a quello che fa veramente. Il contesto Instantempo è stato vinto con tecniche black nonostante Google dichiari da molti anni che queste tecniche sono penalizzate.

    In fine dei conti i link s sono la linfa vitale di Google e ne hanno decretato il suo successo.

    • Alessandro però le tecniche black non vengono rilevate in tempo reale. La penalizzazione arriva successivamente al rilevamento dell’algoritmo. Nel breve periodo sono sicuramente super efficaci e ti fanno fare balzi nella SERP, però se poi vieni segnalato rischi penalizzazione ed anche ban permanente. :)

  • stiamo calzati ^_^!! cmq ci voleva..un po’ di pulizia!!! By Pricescout24

  • si ma io voglio cercare di capire come riuscire ad ottenere link e riuscire a posizionarsi su siti ad alta concorrenza. Se sono in 200ma pagina nessuno mi vede e quindi mi linka.
    Vorrà dire che gli ultimi siti apparsi in settori di alta concorrenza rimarranno posizionati male a vita.

    • Ilario infatti non devi puntare solo al posizionamento. Oggi è troppo riduttivo. Per farsi trovare ci sono altre strade…SEM e Social Media Marketing…e soprattutto ci vuole pazienza e costanza.

    • Ilario infatti non devi puntare solo al posizionamento. Oggi è troppo riduttivo. Per farsi trovare ci sono altre strade…SEM e Social Media Marketing…e soprattutto ci vuole pazienza e costanza.

  • Mattia intendi per il fatto che il sito sia in flash o perchè tratta di games?
    Non cambia la cosa comunque: l’importante sono sempre i contenuti e la qualità delle informazioni che gli utenti possono trovare sul sito :-)

    • Mattia

      Scusa Danilo,

      mi sono espresso male..

      Io possiedo un sito di flashgames che curo con molta dedizione (scrivo una descrizione di circa 90 parole senza copiarla da altri siti web).

      E’ possibile che venga penalizzato?

      Se posso, ti linko anche il mio sito web! ;)

      Grazie,

      Mattia.

  • Io gestisco un blog ed ho sempre fatto molta attenzione alla dulicazione dei contenuti. Quando sono andato a pubblicare articoli orirginari del blog altrove, ho sempre citato la fonte di origine, e pare che Google abbia apprezzato.
    Su un articolo molto consistente inserisco un massimo di 7 backlinks, tutti distanziati su misura con una cadenza di circa uno ogni 300 parole.
    Al momento non ho ricevut alcuna penalizzazione, gli articoli che scrivo sono sempre bene curati e mi auguro che nel nuovo algoritmo non vi siano in potenza penalizzazioni immotivate.

    Saluti

    • Ciao grazie per il tuo commento e per la tua testimonianza :)

  • Uccidi

    Utilizziamo yahoo e bing, poi ne riparliamo.

  • Luca Valtolina

    Non sono d’accrodo sul discorso dei comunicati stampa.
    Sono comunque uno strumento “storico” per la ziende, rappresenta la loro voce ufficiale ed uno strumento “naturale”.
    Forse oggi GG decide di ignorarli o penalizzarli ma dovrà poi ricredersi in un futuro, così come ha fatto col social networking.
    Lualtol

  • Luca Valtolina

    Non sono d’accrodo sul discorso dei comunicati stampa.
    Sono comunque uno strumento “storico” per la ziende, rappresenta la loro voce ufficiale ed uno strumento “naturale”.
    Forse oggi GG decide di ignorarli o penalizzarli ma dovrà poi ricredersi in un futuro, così come ha fatto col social networking.
    Lualtol

  • Shingotamay

    internet di serie A e di Serie B la selezione è già iniziata!

  • Info GASERVIZINAPOLI

    Vorrei saperne di piu’ ciao a tutto
    Cioe’ io sto inserendo gli article marketing dapertutto e con grosso sacrifico e fatica non vorrei che poi alla fine non servissero a nulla c’e chi dice no chi dice si e allora?