• AlessandroFont

    Mi permetto di consigliare a tutti gli albergatori che vogliono utilizzare una risorsa gratuita per il loro invio di newsletter MailChimp, un ottimo servizio che oltre a consentire personalizzazioni grafiche crea anche degli ottimi report per l’analisi dei dati relativi alla campagna ;-)

  •  Come sempre un ottimo articolo! Trovo molto importante seguire i consigli dell’ultima parte, “NON IMPROVVISARE”, dato che mi risulta che troppi hotel o strutture utilizzano questo sistema senza un scopo preciso e non considerando il “tesoro” che hanno tra le mani con la email del Cliente; troppo spesso si cerca anche il “nuovo cliente” con la dubbia pratica dell’acquisto degli indirizzi email presso elenchi di chissà quale provenienza, piuttosto che la “fidelizzazione” del Cliente già acquisito (ed il fatto che abbia lasciato volontariamente la sua email per essere ricontattato è già un segno di grande disponibilità da sfruttare fino in fondo…).
    Convengo con AlessandroFont sull’uso di MailChimp, non tanto per la sua gratuità (c’è da sperare che il database del hotel, a seconda della sua dimensione, possa arrivare ad avere ben più di 2000 nominativi tra clienti e contatti e quindi uscire dalla fascia gratuita…), ma per la sua flessibilità, specialmente nella parte grafica, e nella facilità d’uso. Ottimo anche Aweber ma che, dal mio punto di vista, vedo leggermente più ostico come gestione anche se forse migliore a livello statistico (il costo parte da 19 dollari mensili, quindi abbastanza limitato…).

    • Ciao Pier Paolo.
      E’ vero, convengo con te che spesso non si lavora sul cliente acquisito che è il bene più prezioso per un Hotel. :)