Integrazione TripAdvisor Facebook contro le False Recensioni?

Shares

Questo sarà il mio ultimo articolo del 2010 e ironia della sorte lo farò proprio su TripAdvisor che il mese scorso avevo criticato per la totale mancanza di certificazioni delle recensioni sul portale.

integrazione-tripadvisor-facebook

Ma il portale turistico ha deciso di optare per un’integrazione tra il sito e il social network Facebook. Questa integrazione, quasi inconsapevolmente, potrebbe portare ad una sorta di attendibilità delle recensioni?

Scopriamolo…

Grazie a questa integrazione Facebook/TripAdvisor la community potrà personalizzare le pagine del portale in base al profilo di ciascun viaggiatore. Sostanzialmente nel momento in cui un utente effettuerà l’accesso sul portale tramite Facebook e andrà a cercare informazioni su un hotel, visualizzerà la pagina sulla base di specifici elementi come:

  1. le recensioni più fidate degli amici
  2. quali sono le mete di viaggio più gettonate dai propri amici di facebook
  3. social map interattiva per i consigli di viaggio

Partiamo dal punto 2 e 3.

Questi due aspetti sono fondamentali per l’organizzazione del viaggio in maniera “ludica”. Alla fine la socializzazione, il fattore social su un sito, è quello che crea più dinamismo ed è anche ciò che le persone vogliono. Può essere divertente immaginare di costruire il prossimo viaggio sulla base delle considerazioni lasciate dai nostri amici fidati. Curioso scoprire dove sono stati i nostri amici, ma soprattutto utile per potersi far lasciare qualche suggerimento e consiglio utile per il viaggio e il soggiorno presso la località turistica.

Se TA cercava un legame e un vincolo più forte col mondo “social”, forse ci sta riuscendo. Lo stesso Steve Kaufer, fondatore e amministratore delegato di TripAdvisor, dichiara l’intento del progetto:

All’inizio di quest’anno stavamo pensando a quanto sarebbe bello se i viaggiatori potessero visualizzare in automatico le recensioni scritte dai propri amici mentre fanno le loro ricerche su TripAdvisor. E così non possiamo che essere entusiasti per aver dato vita a questo progetto con Facebook.

Sempre Steve Kaufer ci informa inoltre che più della metà degli iscritti alla community TripAdvisor è in possesso di un profilo su Facebook.

Stando a queste dichiarazioni non si può negare che l’idea è decisamente azzeccata.

Ma la cosa incredibile qual è?

Che in tutto questo, forse inconsapevolmente, TA va a risolvere in un certo senso il problema delle false recensioni. Torniamo a leggere il punto 1 che ho elencato prima, in cui dicevo che grazie a questa integrazione gli utenti potranno visualizzare subito “le recensioni più fidate degli amici“.

Ora come m’insegna il buon Alessandro Sportelli di FbStrategy: qui entra in ballo la Riprova Sociale. La riprova sociale, argomento ben affrontato nel progetto di Alessandro (e che ti consiglio di studiare), non è altro che un elemento imprescindibile per chiunque decida di usare Facebook per la propria promozione online.

Perchè è così importante? Perchè la riprova sociale implica il fattore della FIDUCIA.

E’ proprio questo il vantaggio che trarrà TA da questa integrazione. Pensaci un attimo: tu entri sul portale turistico con il tuo account Facebook. Cerchi un Hotel. Come prime recensioni trovi quelle dei tuoi amici (fidati). Eccola qui la riprova sociale. Tu conosci i tuoi amici, e come in qualsiasi comunità/community che si rispetti, tenderai a fidarti più delle persone che conosci a differenza di quelle che non conosci.

E tutto questo cosa vuol dire? Che finalmente abbiamo un minimo di certificazione su Tripadvisor e possiamo realmente fidarci di quello che un nostro amico ha scritto su una determinata struttura ricettiva turistica.

Ma dopo un primo slancio di grandissima euforia mi tocca anche tornare con i piedi per terra e guardare in faccia la realtà. Siamo sicuri che questo sarà sufficiente?

Se sul mio profilo di Facebook io avessi solo una cinquantina di amici e decidessi di andare nell’hotel del paese di “Pontone” (reale località turistica in provincia di Reggio Emilia), secondo voi in quanti ci saranno stati? Troverò mai recensioni di miei amici per una località così poco gettonata? E poi il mondo è così immenso che sarebbe quasi impossibile riuscire a trovare recensioni di miei amici per gli hotel che interessano me.

Allora siamo al punto di partenza? Non credo! Un primo passo, anche se inconsapevole, è stato fatto!

Vuoi vedere che allora TripAdvisor le potenzialità per risolvere il problema delle certificazioni ce le ha davvero così come ha creato questo bel progettino d’integrazione con Facebook?

Hotel 2.0 va in vacanza ad aspettare l’arrivo del 2011.

Vi auguro una Buona Fine ed un Buon Inizio d’anno!

Danilo Pontone

Shares
Integrazione TripAdvisor Facebook contro le False Recensioni? ultima modifica: 2010-12-29T17:16:38+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.
  • Ho letto la news sul comunicato ufficiale di tripadvisor…

    Due cose: la prima, Tripadvisor fa aprte del bouquet dei mezzi con cui la struttura può monitorare cosa ne pensano gli utenti e con cui può amplificare il proprio brand; la seconda, la fiducia… è più sicuro una recensione su tripadvisor o su facebook, da parte di amici? E quante recensioni di Tripadvisor diverranno segnalazioni/post di amici?

    Spontaneità e fiducia, pianificazione, diverranno sempre delle key premianti per una struttura…

    Fantasia e strategia… è un karma… per me… no?

  • Ho letto la news sul comunicato ufficiale di tripadvisor…

    Due cose: la prima, Tripadvisor fa aprte del bouquet dei mezzi con cui la struttura può monitorare cosa ne pensano gli utenti e con cui può amplificare il proprio brand; la seconda, la fiducia… è più sicuro una recensione su tripadvisor o su facebook, da parte di amici? E quante recensioni di Tripadvisor diverranno segnalazioni/post di amici?

    Spontaneità e fiducia, pianificazione, diverranno sempre delle key premianti per una struttura…

    Fantasia e strategia… è un karma… per me… no?

  • Ciao Danilo,
    il titolo del tuo post :
    “Integrazione TripAdvisor Facebook contro le False Recensioni?”
    Risposta secca : non serve a nulla tranne che aumentare considerevolmente nel medio termine quegli utenti che usano face ma che non volevano iscriversi a Trip . . . di sicuro non viceversa . . .
    Quanti utenti, non dico falsi, ma anche doppi o tripli esistono su face?? tanti, io ne sono un esempio . . . utente vita privata e utente smorto per vita lavorativa . .
    Quindi, ribadisco il mio no, solo una semplice e pura mossa di marketing per aumentar il numero degli iscritti . . .
    Un caro saluto
    Cristiana

    • Ehm questo discorso potrebbe applicarsi anche alle recensioni di tripadvisor: quanti utenti hanno una sola recensione? E quindi quanti di questi sarebbero doppi, tripli o quadrupli su facebook (dove generalmente si associa una sola mail)…
      Alla lunga Tripadvisor ha cercato di sfruttare lo stellone di Facebook ma senza una politica realmente compatta per certificare le proprie recensioni, al di la di FB, il motore tenderà a perdere credibilità – non influenza – nei confronti di altri sistemi – booking.com, bbplanet, etc etc – che fanno della recensione il momento post-prenotazione e soggiorno – e quindi ATTENDIBILI al 100%.
      that’s all folks :-)
      Augurissimi di buon anno dalla costiera amalfitana a Cristiana e Danilo :-)

  • Ciao Danilo,
    il titolo del tuo post :
    “Integrazione TripAdvisor Facebook contro le False Recensioni?”
    Risposta secca : non serve a nulla tranne che aumentare considerevolmente nel medio termine quegli utenti che usano face ma che non volevano iscriversi a Trip . . . di sicuro non viceversa . . .
    Quanti utenti, non dico falsi, ma anche doppi o tripli esistono su face?? tanti, io ne sono un esempio . . . utente vita privata e utente smorto per vita lavorativa . .
    Quindi, ribadisco il mio no, solo una semplice e pura mossa di marketing per aumentar il numero degli iscritti . . .
    Un caro saluto
    Cristiana

    • Ehm questo discorso potrebbe applicarsi anche alle recensioni di tripadvisor: quanti utenti hanno una sola recensione? E quindi quanti di questi sarebbero doppi, tripli o quadrupli su facebook (dove generalmente si associa una sola mail)…
      Alla lunga Tripadvisor ha cercato di sfruttare lo stellone di Facebook ma senza una politica realmente compatta per certificare le proprie recensioni, al di la di FB, il motore tenderà a perdere credibilità – non influenza – nei confronti di altri sistemi – booking.com, bbplanet, etc etc – che fanno della recensione il momento post-prenotazione e soggiorno – e quindi ATTENDIBILI al 100%.
      that’s all folks :-)
      Augurissimi di buon anno dalla costiera amalfitana a Cristiana e Danilo :-)