Ecco come ho perso 14 Fan sulla pagina Facebook

non-mi-piace
Shares

Ogni mese circa vado a controllare le statistiche della mia pagina Facebook. Nel mese di Ottobre mi sono accorto di un picco molto alto di perdite di fan come evidenzia l’immagine di seguito.

non-mi-piace

Perdite così alte non le ho mai avute! Voglio raccontarti che cosa penso sia successo…

LA COMUNICAZIONE SULLA PAGINA

Diverso tempo fa scrissi un post in cui menzionai 30 cose da non fare sulla propria pagina facebook. Alcune di queste regole rivestono un’importanza legata al non essere “presuntuosi” quando si interagisce con i fan. Una regola in particolare citava quanto segue:

Non pretendere che le persone lascino un commento, devono farlo spontaneamente.

o ancora

In caso di dibattiti nella tua pagina, non abbassarti mai a pregiudizi, insulti o a prese di posizioni.

E proprio la violazione di queste regole, affiancata ad un minimo di prepotenza (non voluta ma probabilmente manifestata agli occhi dei 14 dispersi), credo che mi siano costate caro.

MEA CULPA

Il giorno 11 Ottobre mi sono ritrovato a discutere con Renato R. (fan di Hotel 2.0), il quale postò sulla bacheca una notizia relativa a TripAdvisor in cui si parlava di Federalberghi pronta ad una “rivolta” contro le false recensioni e pratiche commerciali sleali del portale turistico.

Da quella notizia si sono scaturite, tra me e Renato, una serie di civilissime considerazioni sulla questione. Per riassumere la conversazione, Renato teneva una posizione a favore di TA mentre il sottoscritto no. Ad un certo punto Renato asserì che “gli albergatori dovrebbero imparare a fare il loro mestiere […] su Tripadvisor preferirei più risposte da questi pseudo-imprenditori”.

Posizione la sua rispettabile e che non voglio desti inutili polemiche.

La cosa grave probabilmente la dico io quando affermo in conclusione della discussione che: “Sul fatto delle risposte siamo d’accordo. Già questa conversazione univoca tra me e te la dice lunga :-P”.

La mia frase può far intendere che le persone/albergatori che leggevano la notizia e la conversazione sulla Pagina di Hotel 2.0 senza però commentare, fossero degli pseudo-imprenditori come Renato dichiarava poco prima.

Qui trovate tutta la conversazione per esteso e che vi invito a leggere per comprendere meglio i toni della discussione.

PERCHE’ SONO SICURO DEL MIO ERRORE

Lo scambio di battute tra me e Renato avviene a partire dal giorno 11 Ottobre ma si protrae fino al giorno 12 Ottobre in cui io pubblico quel commento “presuntuoso” e di cui Facebook Insights mi dimostrerà le conseguenze.

L’aver preteso dei commenti, l’aver ironizzato su una mancata presa di posizione da parte dei diretti interessati può aver infastidito i miei ormai ex 14 fan.

CONCLUSIONE

Bè prima di tutto voglio dire che ci sono veramente rimasto male. Mi dispiace aver suscitato fastidio, sempre che la causa sia veramente questa. Ma anche i markettari come me hanno un’anima e possono sbagliare :-)

Ho voluto condividere questa esperienza negativa per farti capire quanto sia forte il ruolo giocato dalla comunicazione online. Basta veramente poco per trovare il disappunto del proprio pubblico. Quindi se posso darti un consiglio, e lo do anche a me stesso, è meglio andarsi a rileggere quelle 30 regole che ho citato all’inizio del post.

L’unica cosa che mi auguro adesso è di non perdere tutti gli altri fan che leggeranno la discussione in questione. :-)

UPDATE

Grazie ai commenti di Alepanno ed anche ai commenti di Davide Denicolo sulla pagina Facebook di Hotel 2.0 ho avuto modo di riscontrare che tale comportamento di Facebook Insights, registrato da me nel giorno 12 Ottobre 2011, si è verificato anche su altre pagine di altre persone. Pare quindi che possa trattarsi di un Bug del social network di cui però è difficile farsi una ragione.

Detto questo non viene meno la “morale” dell’articolo pubblicato: gestire male la comunicazione sulla Pagina può compromettere l’immagine di un’azienda. Nel mio caso sembrerebbe essere stata solo una curiosa coincidenza anche se l’analisi fatta mi portava a pensare un’altra causa. :-)

A questo punto la domanda è doverosa: tu il 12 Ottobre 2011 hai registrato strane anomalie?

Shares
Ecco come ho perso 14 Fan sulla pagina Facebook ultima modifica: 2011-11-18T09:58:55+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.
  • Ciao Danilo,

    Anche a me capita di sbagliare e qualcuno mi dice “ma tu non eri quello che su quel post del mese scorso aveva scritto che non si deve fare così…”.

    Purtroppo non siamo perfetti e l’errore si nasconde dietro l’angolo. Io credo che Danilo abbia fatto l’unica cosa giusta: ammettere il proprio errore e fruttarlo per dare ai lettori del suo blog un ottimo post e qualche consiglio per evitare errori simili!

    • Grazie Riccardo per il tuo commento. :-)

      In quell’occasione ero stato diretto senza pensarci su due volte e senza nemmeno pensare alle conseguenze. Di solito non calibro mai le cose da dire (e conoscendomi farei fatica a pensare 10 volte prima di scrivere :D).

      Quest’esperienza spero serva sul serio :-)

  • Elettrix

    Se posso dire la mia penso che ognuno sia libero di esprimere il proprio parere e se tu non sei d’accordo su un qualcosa oppure ti esponi troppo, non credo che il problema nasca da te. Ho letto tutta la conversazione e credo che se tu abbia perso 14 fan è perché questi fan hanno avuto un po’ la coda di paglia.
    Non credo che se una persona ha una pagina fan o un blog non possa dire la sua opinione (anche in merito ad argomenti scottanti) per non ledere i propri utenti. In fondo il web deve essere un luogo libero dove ognuno possa dire la propria, ovviamente senza offendere nessuno.
    In sostanza quello che penso è che se chi gestisce una pagina fan non offende nessuno e, come dici tu, non si mostra presuntuoso oppure ha un modo di scrivere troppo “artificiale” dovrebbe essere libero di esporre il suo pensiero e gli altri sono liberi di essere d’accordo o no in tal caso… basta rispondere! ;)

    • Ciao Eleonora,
      mi dai modo di dire una cosa che dal mio post probabilmente non emerge.

      Io in realtà non mi sto pentendo di quello che ho scritto. Anche se ovviamente mi dispiace solo il fatto di aver “offeso”, in un certo senso, qualche persona. Il mio post è più intenzionato a far capire che spesso basta anche una parola fuori posto per infastidire qualcuno. Nel mio caso non si casca in insulti liberatori e gratuiti, immagina se un’azienda si sbilanciasse in tal senso cosa potrebbe accadere. :-)

      Sono assolutamente convinto come te che ognuno possa esprimersi come preferisce, nei limiti dell’educazione. (Almeno su internet lasciamo la libertà di espressione).

      Grazie per il tuo commento, a presto ;)

      • Quello che intendevo io è che le nostre idee purtroppo non possono piacere a tutti, non perché noi abbiamo in mano la verità e gli altri no, ma soltanto perché gli altri non si mettono in discussione e preferiscono togliere il “Mi piace” piuttosto che dire il loro pensiero.
        Io poi gestisco ben 3 pagine fan per la stessa azienda per cui lavoro e quindi so bene cosa vuol dire utilizzare un determinato termine o fare un certo tipo di commento. A volte è davvero una faticaccia perché se fosse una pagina fan personale sarebbe un conto, ma quando scrivo c’è in gioco l’immagine di un’azienda.

  • Alepanno

    Ciao Danilo, posso darti un’altra chiave di lettura?
    Il 12 Ottobre in tantissimi abbiamo registrato un alto numero di persone che hanno lasciato la pagina. Il numero era proporzionato al numero totale dei fan, io in una da 8000 ne ho persi circa 80.

    Penso quindi che si sia trattato di un bug, non può essere una coincidenza.

    • Certo che puoi darmi questa chiave di lettura, non sei l’unico che ha registrato una cosa di questo tipo.

      Hai per caso notato un proporzionale incremento nei giorni a seguire?
      C’è una notizia o un articolo che parla di questo presunto bug di FB?

      Grazie :)

      • Alepanno

        Nei giorni seguenti è tornato tutto alla normalità, 0-3 fan persi al giorno.
        Non c’è nessuna notizia, l’ho notato nel gruppo FB di fbstrategy.it, che dovresti conoscere.

        • Ma quegli 80 che avevi persi son tornati o no?

          • Domenico Sergio Antonacci

            anche io ho perso alcune decine di fan quel giorno ma non so dove sono “andati a finire ” adesso

  • Stefano Martorella

    il problema è che viviamo in un mondo in cui gli altri sanno sempre perfettamente quello che dovresti fare te e sono super pronti criticare ferocemente. Per criticare un lavoro e/o il modo di portarlo avanti a volte sarebbe il caso di immergersi un po’ in quella realtà o nelle mille realtà che quel lavoro ha secondo il luogo in cui lo si pratica… Aveva a che fare ogni giorno con i mille problemi che si incontrano… e poi per carità criticare dove ce n’è bisogno. Dire che “gli albergatori dovrebbero imparare a fare il loro mestiere” o cose simili sono commenti che non hanno senso. Cosa significa? che tutti non lo sanno fare? E chi lo dice? e dall’alto di quale esperienza? Ho invidia per chi ha le idee così chiare e nette sui problemi… Io invece più invecchio, più so, e meno certezze ho!

    • Stefano sono d’accordo con te. Si tende troppo spesso a prendere delle posizioni dall’alto affermando cose come se fossero state sancite da una divinità superiore. Ok essere sicuri di sè ma non troppo. (sempre che non si abbia di fronte davvero un dio capace di capire chi è davvero bravo a fare cosa) ;)

  • Renato Romano

    ciao Danilo,
    ho evitato ieri di commentare per dar modo ai commenti di fluire senza eventualmente influenzarli.
    In Italia il proprio pare viene quasi sempre celato, si evita di esprimerlo per il proprio tornaconto personale o perchè si è in cerca di consenso. Questo non è certo bello, nè etico ed in questi giorni, mesi, anni abbiamo credo, assistito al nulla solo per ricercare il consenso!
    Da anni “parlo in faccia”, e spesso mi hanno definito “talebano” purtroppo la storia che il cliente abbia sempre ragione è sì vera ma occorre essere pragmatici e seri per lavorare bene.
    Se il fine è di non dispiacere l’ascoltatore/visitatore beh, allora non credo che ci si possa fregiare di scrivere “consulente, coach e quant’altro” sulle proprie pagine web!

    • Renato io penso che per fare il consulente non si debba per forza essere dei “talebani”, per usare un termine che su di te hanno cognato. Questione di visuali e professionalità diverse…

  • Domenico Sergio Antonacci

    è successo anche nelle mie pagine…

  • “12. In caso di dibattiti nella tua pagina, non abbassarti mai a pregiudizi, insulti o a prese di posizioni”

    Perchè non abbassarsi? Perchè non prendere posizione? :-)

    • Regole coniate a suo tempo per la gestione di una pagina aziendale. Secondo me se un hotel dovesse esporsi con pregiudizi, insulti o prese di posizione non credo ne uscirebbe granchè bene. Parlavo di Brand non di me :)

  • Interessante. Ciao.