Posizionamento delle Google Maps? Ecco come fare!

posizionamento-google-maps
Shares

Prima di iniziare a leggere ti informo che il post è molto lungo ma allo stesso tempo mi auguro interessante e necessario. Quindi prenditi tutto il tempo che vuoi, ma leggilo!

Il tutto parte da un commento che mi è stato lasciato sulla pagina facebook di Hotel 2.0.

Vorrei chiederti se puoi aiutarmi per quanto riguarda il posizionamento della mia stuttura sulla Google Maps che ormai è diventata molto importante. Infatti se sul motore di ricerca Google si ricerca un hotel i primi sono quelli suggeriti dalle mappe di Google.

Effettivamente questo aspetto sta diventando molto importante e i SEO e Web Agency cercano di ottenere i risultati migliori attraverso le mappe. Non si può trascurarle soprattutto se si pensa che Google sta conquistando fette di mercato travel sempre più consistenti. Per tale motivo bisogna cercare di sfruttare i vantaggi attuali e quelli futuri che possono derivare da un buon posizionamento della mappa.

Ma cosa fare per migliorare il posizionamento della propria mappa su Google?

Nessuno ha la bacchetta magica. Fa tutto parte di impegno e investimento consistente di risorse e tempo.

Devi sapere che gran parte delle ricerche effettuate sul web avvengono attraverso la Local Search. È molto facile immaginare come per gli hotel questa sia una ricerca fondamentale. Se io stessi cercando un “hotel a verona” o addirittura uno specifico indirizzo, le mappe di Google risponderebbero benissimo a questa mia esigenza. Non essere presenti nelle mappe con la propria struttura ricettiva rischia quindi di far perdere una bella fetta di potenziali clienti e visitatori.

DA DOVE PARTIRE?

Prima di tutto devi assolutamente iscrivere la tua struttura su Google My Business. Nel momento in cui andrai a creare la tua scheda noterai che ci saranno diversi campi da compilare. Tieni presente che più informazioni inserisci meglio sarà per te e per l’utente che visualizzerà la tua scheda. Sostanzialmente è qui che devi fare ottimizzazione. Più avanti ti elencherò alcuni aspetti che dovrai tenere in considerazione per il posizionamento della mappa.

Intanto comincia a toglierti dalla testa che per migliorare il posizionamento avrai bisogno di backlinks, ovvero i famosi link che puntano alla tua scheda di Google Maps. Per la local search non funziona come per i siti web. Anche se otterrai tanti link in entrata non ne gioverai per scalare la serp e per comparire tra le prime mappe.

L’INSERIMENTO E L’UTILIZZO DEI DATI DI “CONTATTO”

Con le mappe di Google ciò che è fondamentale è aumentare i riferimenti di contatto provenienti da altri siti.

Ma che vuol dire?

Praticamente il motore di ricerca quando sul web trova dei riferimenti che combaciano con quelli presenti nella tua scheda di Google Maps non fa altro che associare le cose. Google a quel punto ritiene che i dati combaciando alla perfezione possano essere fonti attendibili per migliorare il posizionamento della mappa.

Perchè tutti vorrebbero iscriversi nelle Pagine Gialle pur sapendo che una cosa del genere costa molti €?

Semplicemente perchè il sito delle Pagine Gialle è molto forte sui motori di ricerca, ben posizionato e con ottimo trustrank. Essendo tale sito una fonte (d’oro), tutti i dati anagrafici della tua struttura combacerebbero perfettamente con quelli della tua scheda Google Maps e questo ti aiuterebbe moltissimo. Nel momento in cui troverai altri siti, come Pagine Gialle, che consentono l’inserimento dei dati di contatto, anche questi aiuteranno Google a percepire come fonti attendibili le informazioni in essi presenti.

Quindi più riuscirai a trovare “luoghi” sul web in cui inserire il tuo indirizzo, telefono, email, fax etc. più sarà più facile per te aiutare Google e soprattutto gli utenti a trovare il tuo nome hotel + località.

Si però fai attenzione ad una cosa: quando inserisci i dati della tua struttura alberghiera non puoi diversificarli. Devono essere sempre gli stessi. Solo se combaciano perfettamente questi avranno una reale utilità. Ad esempio non puoi inserire un indirizzo su Maps e poi inserirne un altro su Pagine Gialle. Così come lo metti su uno devi poi metterlo sugli altri.

Non dimenticarti mai che la mappa deve essere sempre e solo una. Punta tutto su quell’unica mappa. Se ne creerai tante e scoordinate, getterai via un sacco di lavoro.

RECENSIONI E POSIZIONAMENTO MAPPE

Quali altri fattori giocano a favore del posizionamento della mappa?

Le tanto amate/odiate recensioni! Google percepisce la rilevanza di una mappa e di una struttura alberghiera, così come di una qualsiasi altra attività, sulla base dei giudizi espressi dagli utenti. Esempio pratico: prova ad entrare nella mappa di questo hotel. Troverai la sezione dedicata alle recensioni.

Con la tua mappa avrai la possibilità di interagire con i clienti rispondendo a quelli che sono i loro feedback. Rispondere alle recensioni non solo mostra il tuo interesse nei confronti delle persone ma se tali recensioni sono anche positive e di qualità possono contribuire nel migliorare la visibilità della tua mappa sul motore di ricerca. Ecco perché, a mio modesto parere, cominciare a prendere in considerazione l’idea di incentivare le recensioni anche su Google e non solamente sui principali portali turistici, potrebbe essere una valida scelta.

LE FALSE E CATTIVE RECENSIONI PENALIZZANO LE MAPPE?

Google considera anche le false recensioni per il posizionamento?

Negli ultimi tempi, e mentre scrivo è il Giugno 2017, mi sono reso conto di come il motore di ricerca riesca a filtrare le false recensioni. Se a scriverle sono account privi di storicità e creati quindi solo ed esclusivamente per alterare il punteggio delle recensioni su una mappa, anche se nell’immediato vengono pubblicate, dopo qualche giorno tendono a scomparire. È probabile che ci sia un controllo algoritmico per la qualità e veridicità di una recensione lasciata da un utente. Forse c’è anche un controllo umano, dato che da qualche anno il team di Google dedicato alla local search si è molto ampliato offrendo maggiore assistenza e precisione. Ma mi riservo di approfondire la questione in futuro, quando avrò dati più certi.

E le recensioni negative?

Quelle ti penalizzeranno (da un punto di vista dell’immagine s’intende). Non c’è scampo. L’unica cosa che potrai fare sarà rispondere al tuo cliente spiegando le tue ragioni, nella speranza che la prossima volta la recensione sia migliore.

Quindi fino adesso ti ho detto che le cose principali da tenere presente sono due:

  1. inserimento sempre uguale dei dati di ubicazione e contatti su qualsiasi sito web.
  2. recensioni provenienti dai portali turistici o altre fonti.

GESTIONE DELLE FOTO

All’inizio dell’articolo dicevo che quando completerai la scheda della tua mappa, dovrai fare un lavoro minuzioso e dettagliato per ottimizzare i contenuti. Le foto sono proprio una di quelle cose che lo stesso Google ci dice di aggiornare con frequenza perché consentono di mostrare agli utenti i servizi che offri. Sono le foto a comunicare al potenziale cliente se la tua struttura offre ciò di cui ha bisogno. Quindi non essere tirchio in tal senso, ma arricchisci la tua mappa con tante foto: interni, esterni, camere, parti comuni, piatti tipici ecc. In fase d’inserimento delle foto il sistema ti accompagna nella corretta segmentazione delle foto per ogni comparto aziendale.

ALTRE COSE CHE PUOI FARE PER IL POSIZIONAMENTO DELLE GOOGLE MAPS

Altri punti da tenere in considerazione per l’ottimizzazione della tua scheda in Google Maps e per il posizionamento sul motore di ricerca Google.  Vediamoli di seguito:

  • Inserire nel Title nome dell’attività + località turistica.
  • Nella descrizione della propria attività utilizza keyword rilevanti per te. Sicuramente “Hotel + località”.
  • Scegliere delle buone categorie che descrivano la tua attività. Google ti suggerisce una categoria principale ed altre aggiuntive. Scegli correttamente quella principale, ma non esagerare con le categorie aggiuntive. Devono rispecchiare ciò che effettivamente sei.
  • Gli utenti possono fare recensioni direttamente attraverso Google. Invita a lasciare recensioni direttamente su Google Maps.
  • Nella pagina contatti del tuo sito inserisci i recapiti così come li inserirai sul web in altri siti.
  • Integra la mappa nel tuo sito web e se hai a disposizione anche altre risorse, integrala anche su questi altri siti. Ricorda che le referenze sono importanti.
  • Ottimizzare il tuo sito web perchè più è ottimizzato il sito istituzionale più Google effettuerà un “gioco” di associazione. Della serie: sito buono allora buona anche la mappa (però integra la mappa nel sito).
  • Ottenere link di qualità per la link popularity del sito web ne farà giovare di riflesso anche alla mappa.
  • I link in entrata sul sito meglio ancora se presentano anchor text con nome + località, es: Hotel Verona.
  • Il proprio nome a dominio sarebbe meglio contenesse la parola chiave con cui ti vuoi posizionare. Ovviamente questo ora non deve portarti a stravolgere il tuo sito. Tieni pure quello che hai. E’ solo un informazione. Così ora sai che avere un dominio del tipo hotelbeppinoverona.it è un vantaggio. Questo punto, ad oggi che sto aggiornando l’articolo, mi vedo costretto a barrarlo perché non più propriamente vero. Seppur molti sostengano che un nome dominio con keywords all’interno possa agevolare il posizionamento, Google non lo sottoscrive (guarda questo video). A fare la differenza in un sito non è più solamente il dominio ma anche l’ottimizzazione on-site, ma soprattutto user experience, mobile e contenuti di qualità.
  • Le pagine interne del tuo sito, laddove possibile e coerente con il contenuto, dovrebbero presentare URL con la keyword di tuo interesse. (hotel + località)
  • Importante inserire dei video nel sito. Come ti dicevo all’inizio cerca di inserire quante più informazioni possibili. Il video deve essere anch’esso ottimizzato e questa è una cosa che fai quando andrai a caricare il video ad esempio su YouTube. Scegli title e description del video. Sfrutta quindi la keyword che ti interessa. E ricorda che anche su YouTube puoi specificare il luogo geografico a cui fa riferimento il video. In sostanza puoi indicare la posizione della mappa.
  • Stesso discorso fatto per il video vale anche per le foto che si inseriscono sul sito ma qui importante sarà il tag alt.
  • L’anzianità della mappa. Se domani crei la mappa per il tuo Hotel di Roma, dovrai sicuramente vedertela con tutti i tuoi competitors che hanno inserito la loro struttura in Google Maps da un sacco di tempo. Dovrai quindi lavorare tanto e aspettare molto tempo prima di ottenere buoni risultati.
  • Da quando è nato Google My Business, le mappe sono strettamente collegate anche alle pagine aziendali del social Google+. Cerca, se ti è possibile, di curare e mantenere aggiornato anche questo social. So bene che Facebook attira su di sè gran parte delle attenzioni, ma anche Google+ mantiene un suo livello di importanza. Avere una pagina aziendale aggiornata sul social di Google, dove poi al suo interno gli utenti possono trovare anche la mappa, diventa un metodo per offrire inforazioni utili ai propri followers. E come si diceva prima, se per Google è importante aggiornare le foto, perché non dovrebbe esserlo anche fare qualche update a livello di content sulla pagina social? :-)

Con questo spero di averti regalato un quadro generale su tutte le cose che puoi fare per la mappa della tua struttura ricettiva. Mi auguro che questi consigli possano servirti per cominciare il tuo personale lavoro di ottimizzazione e posizionamento della Google Maps.

Se hai qualche domanda lascia pure un commento.

Danilo Pontone

Shares
Posizionamento delle Google Maps? Ecco come fare! ultima modifica: 2017-06-19T09:37:23+00:00 da Danilo Pontone
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.
  • Elettrix

    Ciao Danilo!
    Interessante riassunto sulle Google Maps e soprattutto pratico.
    Attendo sviluppi… magari nel futuro troveremo sulle maps anche i commenti di facebook ;)

    • Esatto Eleonora…magari anche le referenze dai social network potrebbero giocare un ruolo importante :)

  • sirelancillotto

    Ciao Danilo,

    un altro elemento per il posizionamento delle mappe sembra essere avere il profilo completo al 100%.

    Ciao :)

    • Si è vero, infatti quando dico di completare in tutto e per tutto il profilo della scheda intendo proprio questo. Purtroppo però, nel caso dei video, non sempre tutti ce li hanno a disposizione.

  • sirelancillotto

    Ah, allora mi era sfuggito! :)

  • andrea

    Mi sono stampato questo post perchè lo trovo molto utile anche se per me, che non sono del mestiere, faccio l’avvocato, è un pò troppo tecnico(perdonatemi.
    Ho quindi alcune domande:

    Pagare Pagine gialle è obbligatorio e bisogna farlo come un male neccessario?
    Bisogna farsi fare il sito da loro (orrendi) oppure mi indicizzano bene anche un sito fatto da altri ?

    I consigli del post valgono per le attività che hanno bisogno di essere conosciute da chi cerca da altre città. (esempio io cerco un albergo a Milano ovviamente non sono di MIlano); io come professionista ho bisogno di essere trovato principalmente da coloro che abitano nella città dovè situato lo studio. E’ la stessa cosa?

    • Ciao Andrea, non preoccuparti cercherò di rispondere alle tue domande. :-)

      1. Il sito di pagine gialle non è affatto obbligatorio. Anzi se mi obbligassero a inserirmi li mi metterei a piangere proprio perchè non è il massimo dello splendore. Però diventa una cosa “obbligata” se vuoi sfruttarlo per il posizionamento della mappa, proprio per i motivi che andavo spiegando nel post. Essere inseriti in Pagine Gialle favorisce il posizionamento della tua mappa.
      2. Il sito tuo è tuo. Non c’è bisogno di farti fare un sito da loro, anche perchè loro al massimo ti offrono una pagina dedicata alla tua attività in cui inserire i tuoi recapiti. Tu devi lavorare a parte per il tuo sito, e ottimizzarlo per i motori di ricerca. Avere un sito ben ottimizzato aiuta anche il posizionamento della tua mappa. Questo punto l’ho spiegato sempre nel post.

      Per il discorso che fai sulle ricerche, tu ovviamente devi puntare a posizionarti solo ed esclusivamente per la tua località. Poi io potrò cercarti da Verona, Napoli, Bergamo, Roma, Brescia ma l’importante è che io trovi la tua attività associata al tuo luogo di ubicazione.

      Spero di aver risposto alle tue domande e dubbi. :-)

  • andrea

    Caro Danilo,
    grazie per le tue risposte, quello che volevo chiederti è se valgono le stesse identiche regole che hai indicato nel post per chi cerca contatti nel luogo dove è ubicata l’attività ?

    Invece per quello che riguarda il lavoro seo è diverso ?

    • Si Andrea valgono le stesse identiche regole che tu sia o non sia SEO. ;-)

  • Semplicemente perchè il sito delle Pagine Gialle è molto forte sui motori di ricerca, ben posizionato e con ottimo trustrank.

    Ciao Danilo,
    tutto giusto tranne la frase di cui sopra.

    Fra Pagine Gialle e Google (in Italia) c’è un accordo commerciale per il quale google fa uno show dei risultati nel Local Business Center (oggi chiamato Google Places) del DB di Pagine Gialle e Pagine Gialle compra pubblicità da loro. La formula precisa dell’accordo commerciale non è nota ma di sicuro c’è.

    D’altra parte come fare a lanciare un prodotto del genere: Local Business Center (oggi chiamato Google Places) senza avere un DB di partenza?

    E’ un pò come quando google usava DMOZ per le sue directory.

    E’ chiaro che il mio è solo un parere…

    ciao

    • @salento: Il tuo parere lo condivido. E’ vero che c’è un accordo commerciale. Google preleva quei dati così ha un DB bello cospicuo in partenza. Però a livello SEO dipende anche dalla forza del sito in cui i tuoi dati di contatto sono inseriti. Come dicevo se Google deve scegliere tra il sito PG e il sito di beppinolarrotino che consentono entrambi l’inserimento di dati di contatti, in termini di trust secondo te a chi si affida Google? Al primo o al secondo? Altrimenti basterebbe inserire i propri dati di contatto in qualsiasi sito del web per fare posizionamento di una mappa. Purtroppo non è così. Google non considera in egual modo tutti i siti ma solo quelli con una certa autorevolezza. Comunque anche questo è un mio parere, son pronto ad essere smentito :P

  • @danilo
    condivido la logica di cui parli.

    Il punto è che se c’è una logica commerciale dietro,
    poi possono succedere cose spiacevoli…

    http://www.giorgiotave.it/forum/google-maps/152368-bloccato-laccount-per-le-google-map.html

    • @salento: grazie per avermi linkato la discussione. Ammetto che la cosa non la conoscevo. Però mi sfuggono alcuni dettagli. Magari partecipo direttamente alla discussione. Davvero brutto che il lato commerciale della cosa vada a rovinare il lavoro di posizionamento che web agency e privati fanno :(

  • Ottima guida, ma se posso dirti la mia esperienza personale in questo ambito, non c’è assolutamente bisogno di inserirsi all’interno delle Pagine Gialle per avere una scheda ben posizionata in google places. Sicuramente può aiutare, ma ti assicuro che anche per keyword molto competitive su città come Roma dove c’è un’infinita di concorrenza, non c’è neanche una scheda presente presa dal database di pagine gialle. Fra l’altro pagine gialle costa delle cifre iperboliche, avevo dei clienti che arrivavano a spendere oltre 4.000 Euro all’anno per un servizio che fra l’altro è praticamente inutile. Per ottenere visibilità nelle mappe di google basta eseguire tutti gli step da te elencati al meglio, e poi mettersi tranquilli ed aspettare che le cose facciano il loro corso.

  • Ottima guida, ma se posso dirti la mia esperienza personale in questo ambito, non c’è assolutamente bisogno di inserirsi all’interno delle Pagine Gialle per avere una scheda ben posizionata in google places. Sicuramente può aiutare, ma ti assicuro che anche per keyword molto competitive su città come Roma dove c’è un’infinita di concorrenza, non c’è neanche una scheda presente presa dal database di pagine gialle. Fra l’altro pagine gialle costa delle cifre iperboliche, avevo dei clienti che arrivavano a spendere oltre 4.000 Euro all’anno per un servizio che fra l’altro è praticamente inutile. Per ottenere visibilità nelle mappe di google basta eseguire tutti gli step da te elencati al meglio, e poi mettersi tranquilli ed aspettare che le cose facciano il loro corso.

  • Complimenti Danilo per questo post che mi ero perso!

    Io mi trovo, la mia scheda su Google Places: http://tinyurl.com/65vdwm3 e un’altra, inspiegabilmente, purtroppo con nome diverso su Google Maps: http://tinyurl.com/6d3b3xc

    Ho scritto al servizio clienti di Google chiedendo di allineare se possibile le due iscrizioni ma non m’hanno mai risposto.
    Hai, per caso, dei consigli da darmi? Grazie!

    Continuo a seguirti! Stammi bene, Michele_CadelSol.

  • Complimenti Danilo per questo post che mi ero perso!

    Io mi trovo, la mia scheda su Google Places: http://tinyurl.com/65vdwm3 e un’altra, inspiegabilmente, purtroppo con nome diverso su Google Maps: http://tinyurl.com/6d3b3xc

    Ho scritto al servizio clienti di Google chiedendo di allineare se possibile le due iscrizioni ma non m’hanno mai risposto.
    Hai, per caso, dei consigli da darmi? Grazie!

    Continuo a seguirti! Stammi bene, Michele_CadelSol.

  • Anonimo

    Ciao Danilo, post molto interessante questo. Condivido in pieno la scaletta della to do list. Vorrei approfondire un pò di più la questione video. Diciamo che oggi i video godono di molta visibilità direttamente nelle S.E.R.P, quindi la loro presenza nella Google Map sarebbe fondamentale oserei dire. Inoltre facciamo la massima attenzione sulle parti più importanti lato seo nella pubblicazione dei video (titlel, description, tags…). Ho scritto un post al riguardo, inserendo anche una lista di siti di video sharing con invio multiplo. Per chi fosse interessato questo è il link: http://www.antoniomecca.it/seo/ottimizzazione-video/come-ottimizzare-video-nei-motori-di-ricerca

  • Anonimo

    Ciao Danilo, post molto interessante questo. Condivido in pieno la scaletta della to do list. Vorrei approfondire un pò di più la questione video. Diciamo che oggi i video godono di molta visibilità direttamente nelle S.E.R.P, quindi la loro presenza nella Google Map sarebbe fondamentale oserei dire. Inoltre facciamo la massima attenzione sulle parti più importanti lato seo nella pubblicazione dei video (titlel, description, tags…). Ho scritto un post al riguardo, inserendo anche una lista di siti di video sharing con invio multiplo. Per chi fosse interessato questo è il link: http://www.antoniomecca.it/seo/ottimizzazione-video/come-ottimizzare-video-nei-motori-di-ricerca

  • Ciao Michele!
    Si hai ragione…alle volte i video sono le risorse più difficili da reperire presso gli albergatori ;)

  • Ciao Michele!
    Si hai ragione…alle volte i video sono le risorse più difficili da reperire presso gli albergatori ;)

  • Roberto

    Ma se il mio sito è gia’ al primo posto dei motori con quella keyword, non dovrebbe essere piu ‘facile uscire anche al primo posto sulle mappe?
    Mi puo’ convenire usare lo stesso title del sito per metterlo come nome della mappa?

    • Ciao Roberto!
      Purtroppo il posizionamento organico del sito è svincolato da quello della local search, quindi essere in prima posizione con uno non presuppone anche la prima posizione dell’altro. Senza dubbio il buon posizionamento del tuo sito può influire positivamente sulla mappa.

      Il titolo puoi metterlo come quello del sito, l’importante è che non ti focalizzi solo sul titolo. E’ necessario che tu ottimizzi e completi tutti i campi richiesti in Google Places. :)

  • ottimo post!!
    ho appena scoperto questo blog, complimenti!

  • Solo una cosa
    le recensioni negative in questo momento NON contano

    Nel senso che in questo momento conta solo il NUMERO di recensioni.

    Molto probabilmente nel futuro conterà.

    • Ciao Luca grazie per il tuo commento.
      Ti riferisci a quando affermo che le recensioni negative “ti penalizzeranno”? Io intendevo da un punto di vista di immagine, non di posizionamento. Anche se effettivamente può essere male interpretato.

      Ti riferivi a quel punto o ad altro!

      • dal punto di vista del ranking in questo momento Google non è in grado di capire se una recensione è positiva o negativa. Lui conta soltanto. Più ne hai pià sali.

        Ovviamente se hai 50 recensioni tutte negative, salirai in cima, ma l’utente ti “sputerà” addosso :-)

        QUando google affineràà il suo algoritmo probabilmente riuscirà anche a distinguere quelle positive da quelle negative, in ogni caso alcune volte oltre alla recensione testuale c’è anche le stellette da mettere come voto. QUel dato è facile da interpretare da parte di Google.

        • Luca confermo tutto quanto. Proprio qualche tempo fa ho visto un incremento nella serp di una mappa che da 0 si è ritrovato 3 recensioni e due di queste hanno espresso giudizio con le stellette. Tra l’altro credo che anche la “lode” abbia una certa valenza. Ad ogni modo penso che l’algoritmo potrà essere perfezionato, soprattutto se HotPot riuscirà ad avere una certa rilevanza nel settore turistico. Non si sa mai che si trasformi in un secondo TripAdvisor. :P

  • Il problema di Facebook è la sua chiusura. i dati non passano all’esterno e sta spingendo il suo sistema di mappe.
    Mentre il ruolo importante lo giocheranno i social network geolocalizzati.

  • Roberto

    Ciao Danilo
    ho seguito tutta la tua guida e devo dire che e’ molto completa.
    Ti volevo chiedere un’informazione.
    Il mio sito, (scrivo l’indirizzo poi se lo reputi spam lo cancelli stesso tu) ischiahotel.net, è ai primi posti su google per le keyword piu’ importanti.
    Sto provando ad ottimizzare tutto anche per le mappe.
    Non capisco una cosa pero’:
    Alcune volte se cerco ischia hotel, mi ritrovo con il mio sito al primo posto dei risultati organici ma con la lettera A delle mappe, ma andando a vedere proprio nella pagina delle mappe, noto che non sono primo ma in 5 pagina alla lettera J, e questo e’ il primo mistero.
    Inoltre noto che se certo offerte ischia nelle mappe, sono secondo, ma il bello e’ che io sto provando a ottimizzare tutto per ischia hotel oppure per hotel ischia.
    Sapresti dirmi come mai di questi risultati?
    Fino ad ora ho usato un titolo che non era il nome della mia agenzia, ora ho messo il titolo che ho sul sito web per farli combaciare, ma non so se questo e’ corretto.
    Inoltre sapresti dirmi con quale frequenza vengono fatti gli aggiornamenti alle serp di google maps?
    Spero che riesci ad aiutarmi o quanto meno a darmi qualche consiglio.
    P.s, spero che non consideri spam, pero’ come gia’ detto puoi eliminare i riferimenti al sito e alle keyword, anzi, mi faresti un piacere :)
    Roberto

    • Ciao Roberto, cercherò di risponderti per punti.

      1. E’ vero che compari con la mappa al primo posto dei risultati organici, mentre nella ricerca delle mappe, io non ti trovo nemmeno nelle prime 5 pagine. Se tu ti vedi alla lettera J potrebbe dipendere dalla cache del tuo computer o meglio ancora dalla località in cui ti trovi. Come sai le ricerche su Google e la sua Serp varia a seconda di dove ci si trova, purtroppo :( Ad ogni modo credo che una variazione di questo tipo dipenda dal fatto che nel momento in cui si entra nelle Mappe di Google, questo preferisca offrire come risultati quelli delle singole mappe degli hotel e non la mappa di un portale turistico all’interno del quale ci sono tanti hotel. Nel momento in cui invece si parla di ricerca organica il tuo portale torna utile, perchè Google può dire all’utente di guardare nel tuo portale i vari Hotel per Ischia.

      2. Compari in seconda posizione per “offerte Ischia”. E sempre nei risultati organici sei come primo per la stessa ricerca. La risposta più ovvia e plausibile è che nel tuo sito tu usi nei Title e Description la parola “offerte ischia”. Questa keyword la usi anche nel Title della tua mappa. Google fa un associazione tra sito e mappa e quindi valutando la keyword frequency che utilizzi ti fa comparire così alto nella serp. Se per questa parola chiave non c’è competitività da parte di altre strutture alberghiere allora è facile per te che hai un portale essere in buona posizione.

      Ehi comunque hai davvero un buon posizionamento e direi che se anche stai puntando a “hotel ischia” ma ti posizioni per altre keywords, ben venga. Tra l’altro credo che sia più performante offerte ischia che non la generica hotel ischia :D

      3. Cerca di non fare troppe variazioni di Titoli nella mappa. Secondo me quello che hai attualmente va benissimo. Fai capire che sei un portale turistico e offri una breve descrizione di quello che gli utenti possono trovare ovvero “ischia hotel e offerte”. Va benissimo così quindi!

      4. Ogni quanto viene fatto aggiornamento delle Google Maps? Magari saperlo! E’ un pò come quando ci sono i cambiamenti per il posizionamento organico. Non si sa mai con precisione. Te ne accorgi quando vedi cambiamenti nella Serp :) LE modifiche che tu fai alla tua Mappa sono comunque in tempo reale, ma non le variazioni di posizionamento. Poi tutto dipende anche dal numero di recensioni che acquisisci tu rispetto alla concorrenza. Insomma le variabili sono davvero tante. Tu pensa solo a fare sempre dell’ottimo lavoro per la tua mappa proprio come mi sembra che hai fatto.

      Non preoccuparti per la segnalazione del sito. Non l’ho affatto considerata Spam. Ciao :)

      • Roberto

        Ciao Danilo
        ti ringrazio per la risposta e per quell’altra cosa… (Capisci a me) :)
        Infatti sto puntando un po’ di piu’ su quella parola perche’ vorrei raggiungere anche la prima posizione la’, ma non c’entra niente con le mappe.
        Dici che per “offerte” sono secondo perche’ sul title del sito ho quella keyword, pero’ sul title ho anche “hotel” è questo il vero dilemma.
        Ad ogni modo ora su tutti i siti del network sto inserendo l’indirizzo a fondo pagina visto che prima non c’era, sembra che sia una sorta di backlink senza link da quello che ho capito (visto che nella tua guida si parla di mettere l’indirizzo su quanti piu’ siti attendibili possibili, io sto iniziando su quelli del network).
        Una domanda, ma una volta finita la creazione della scheda, che aggiornamenti dovrei fare? mica devo cambiare sempre descrizione, foto e video?
        Ah dimenticavo, ieri mi hanno messo un commento negativo, è stato un mio concorrente perche’ poi ho visto che ha commentato positivamente 2 volte un sito concorrente, ho avvisato google e il bello e’ che google ha penalizzato me, infatti c’e’ scritto che la mia scheda e’ in revisione, forse per questo non la vedi alla 5 pagina, spero solo di avere un po’ di giustizia.
        Ad ogni modo si potrebbe aprire una collaborazione per posizionare i nostri siti, che ne dici? se ti va, contattami, l’email ce l’hai, ho un po’ di siti (p.s. se puoi cancella questa parte che resta tra noi)
        Un saluto e buona domenica
        Roberto

        • Roberto una volta creata e compilatga la scheda in tutte le sue parti, non devi modificarla ogni volta a meno che tu non abbia delle modifiche necessarie da fare perchè te lo impongono cambiamenti della tua attività.

          Se la tua scheda è in revisione vuol dire che hai fatto delle modifiche che devono essere per l’appunto “verificate”. Non saprei, mi sembra strano che a seguito di una tua segnalazione la tua mappa sia stata penalizzata in questo modo…

          Per l’ultima parte del tuo commento, per ora non ho questa esigenza :P Tranquillo non ho da modificare o nascondere nulla, di richieste ne ricevo anche di peggiori ;-)

  • Filippo

    buongiorno Danilo,
    vorrei farti una domanda. Come mai sulla pagina del mio residence su google map non mi aggiorna tutte le recensioni da booking.com, me ne segnala soltanto 3, invece sul sito di booking ne ho 45.
    La mia attività si chiama Residence del Casalnuovo, località Matera.
    ti ringrazio anticipatamente
    Filippo

    • Ciao Filippo. Hai fatto proprio una giusta osservazione. Effettivamente i numeri di recensioni riportati su Google Map non sono coincidenti con quelli di booking. Mi viene da darti la risposta più ovvia, ossia che Google non aggiorna in tempo reale il numero di recensioni tra i portali e la tua mappa.

      Ho provato a fare controverifiche e ho notato che ci sono altri hotel che presentano lo stesso problema come il tuo, chi però su venere, chi su tripadvisor etc. Questo si verifica soprattutto quando il numero di recensioni è molto elevato. Infatti su Venere che ne hai di meno sono riportate tutte, lo stesso anche su TripA e TvTrip.

      Ti faccio però notare che appena prima che vengano menzionati i portali turistici su cui sono presenti recensioni della tua struttura, la tua mappa di Google informa lo stesso del numero totale di recensioni sommate tra tutti i portali: nel tuo caso 99 recensioni.

      Ciao :)

  • Francesco

    Ciao Danilo,
    mesi fa mi sono iscritto su maps.google perchè notavo che gli iscritti compaiono per primi: (Ho una ditta di cartongesso). Solo dopo alcuni mesi ho ricevuto una lettera da google con un codice da inserire per poter essere visualizzato come “Azienda”. Nel frattempo mi sono fatto fare il sito da pagine gialle. (Ti dico questo, xk mi hanno detto che potrebbe essere il motivo per cui non compaio) Ad oggi, a distanza di 9 lunghi mesi, quando clicco “cartongesso di seguito il nome del mio paese” compaiono tutti fuori che me.
    Mi aiuti???
    Grazie

    • Francesco ma la tua mappa non compare tra i primi risultati come accade per i tuoi competitors oppure compare tra gli ultimi risultati? E’ un pò difficile poterti dare un parere se non so esattamente il nome della tua azienda + nome del paese. Quanto al tuo inserimento in pagine gialle non penso che questo possa ostacolare l’uscita della tua mappa su Google. Però su questo mi riservo di approfondire perchè se non ricordo male potrebbe esserci stato qualche cambiamento :)

      • Francesco

        Ciao Danilo, la mia mappa non compare proprio ne tra i primi risultati ne tra gli ultimi. Comunque ti posso tranquillamente dare il mio nominativo: B.F. Brugoletta Francesco – Vignola (MO).
        Ti ringrazio tanto se riesci ad aiutarmi!
        Grazie!!!
        Buona serata!

  • Alessandro

    Salve, vorrei corteemente sapere se ad oggi (04/2012) l’utilizzo tramite framing di Google Maps sia ancora gratuito anche per fini commerciali (es. sul sito aziendale).

    • Ciao Alessandro,
      si ti confermo quanto chiedi. E’ gratuito e puoi inserire la mappa sul tuo sito istituzionale.

      • Alessandro

        Grazie tante della risposta: purtroppo contattare il centro assistenza di Google, anche se hai un account, è davvero un’impresa e ciò a mio avviso costituisce un sopruso per gli utenti.

        •  Si Alessandro le risposte non sono mai celeri. Devi avere molta pazienza…

  • pietro

    Salve,
    scusate, ma
    non sono riuscito a capire ancora quanto costa inserire il proprio indirizzo di attività commerciale su google maps

    • Ciao Pietro,
      non ha alcun costo. Devi iscriverti su Google Places e registrare la mappa dopodichè aspettare che ti arrivi la cartolina per la conferma del codic pin che ti verrà richiesto e che dovrai inserire nel tuo account Google Places per attivare la mappa.

  • Ciao Danilo, secondo te se inserisco nella scheda di places, oltre al video della mia struttura, altri video che ho fatto sulla località, verrà accettato??

    • Ciao Filippo,
      secondo me lo accettano però è importante che quel video lo abbia fatto tu e soprattutto potrebbe essere bene inserirlo anche nel tuo sito. Onestamente non mi sono mai posto il problema, ma penso che sia fattibile soprattutto se pensi che adesso le mappe sono integrate in Google+ e sono gli utenti stessi che possono caricare materiale nella tua scheda.

      Tuttavia ai fini di utilità per l’utente non credo giochi un ruolo importante avere dei video sulla località nella scheda della mappa in quanto non è propriamente pertinente.

  • Ciao Daniele,
    per aiutarti avrei bisogno di vedere e analizzare nel dettaglio la tua situazione. Altrimenti dovrei restare sul generico limitandomi a darti i consigli che hai già potuto leggere in questo articolo.

    Se vuoi approfondire bene la cosa contattami pure da questa pagina e ti rispondo il prima possibile: http://www.danilopontone.it/contattami/

    Ciao e grazie

  • William

    Ciao Danilo, ho creato una pagina google place per un mio cliente ma su Google non appare con nessuna parola chiave, non è che mi aiuteresti a capirne il perché? E’ per uno studio commercialista, l’account l’ho creato circa 10 giorni fa, è possibile che non appaia? Questa è la scheda creata: https://plus.google.com/116642998589622563602/about?hl=it
    Ho modificato la scheda diverse volte ultimamente, questo è un problema? Google non accetta cambiamenti frequenti? Le parole chiave sarebbero “Consulenza fiscale Livorno” e “Consulenza tributaria Livorno”. Sono giorni che provo e riprovo ma non esce proprio fuori nella Serp di Google. Mi aiuteresti a capire il perché? Te ne sarei infinitamente grato.

  • tiziana corlianò

    Ciao Danilo potresti dirmi come faccio a inserire recensioni che ho su altri siti web sulla mia pagina google????
    Grazie mille
    Tiziana

  • beppe

    Ciao danilo vorrei sapere una volta aver fatto tutto x quanto riguarda il posizionamento della mia attività commerciale mi chiede una verifica e quindi inviarmi una cartolina al negozio, vorrei sapere ma è gratuito l invio o ci sono dei costi? Graxie beppe

  • Ciao Francesco, purtroppo entrano in ballo tante variabili per cui la tua mappa può essere scivolata in seconda pagina. Variabili legate agli aggiornamenti algoritmici di Google, perché magari ha ritenuto migliore la mappa dei tuoi competitors rispetto alla tua, oppure perché hai fatto recenti modifiche al sito istituzionale oppure altri aspetti legati alla popolarità della tua mappa sono andati persi. Difficile poterti dare una risposta certa. Bisognerebbe approfondire il tuo caso.

  • Ape Rossa B&b

    Ciao Danilo,

    approfitto della tua esperienza per porti 2 domande.

    Sono titolare del B&B Ape Rossa a Castellana Grotte, ho creato l’account in google place e caricato 10 foto.

    Se
    faccio una ricerca in maps e clicco su altre informazioni della
    struttura, in prtica il profilo google plus, mi visualizza solo 3 foto,
    perche’?

    Inoltre perche nella normale ricerda di ggogle compaio fra i primi, mentre in maps no?

    Grazie delle risposte

    • Ciao,
      rispondendo alla prima domanda, probabile che tu debba far unire la tua mappa che gestisci dal vecchio Places con la pagina local che hai creato su Google+. L’unificazione delle due pagine, che potrebbero essere doppie, puoi richiederla a google facendogli presente che una è la doppia dell’altra. L’unificazione dovrebbe avvenire dopo tot. giorni.

      Rispondendo alla seconda domanda: è naturale che sia così. Sono due cose diverse. Ritieniti fortunata per essere in prima pagina nei risultati local. :)

  • fra

    Quando mi chiede la verifica di essere il titolare dell’ attività, mi dà la sola opportunità dell’ invio della cartolina, ma purtroppo essendo attività stagionale non arriva la posta e google non mi dà la possibilità di inserire un indirizzo diverso per l’ invio della cartolina, cosa si può fare?

    • Cosa intendi che non arriva la posta perché attività stagionale? Le poste in teoria funzionano indipendentemente che sia stagione o non lo sia…

      • Fra

        Ciao Danilo,
        in quel posto non arriva, perchè località estiva e poi io son lì solo d’ estate, ma anche nel periodo estivo non arriva la posta infatti la cartolina non mi è arrivata. Al di là di tutto cosa posso fare per ricevre il pin in altro modo?

  • Fabio Colombo

    Ho attivato la mappa, ma se cerco il sito in google la mappa non si vede, per vedere tutto devo entrare in Google + e li vedo sito è mappa. Ma perché succede questo se la mappa è pubblicata?

    • Ciao Fabio, la mappa non è subito visibile. Riprova ad effettuare la ricerca a distanza di qualche giorno. Ciao

  • Giovanni Luigetti

    Ciao Danilo , complimenti per l’articolo che ritengo molto interessante , ma vorrei sapere da te una cosa forse banale : come mai nei risultati delle ricerche su google a volte la mappa compare e se cambio la key non compare più, pur avendo la key un alto Roi . Per esempio con la parola ” hotel piscina in Umbria” mi compare la mappa ed i relativi risultati dalla “a” alla “g” sulla G.maps ; se invece cambio la Key con agriturismo al posto di Hotel oppure con Villa al posto di Hotel quindi ” villa piscina in Umbria ” la mappa non compare più . Eppure anche la key “villa piscina in Umbria ” dovrebbe avere un alto Roi .
    Grazie per la risposta .

    • Ciao Giovanni,
      nel momento in cui cambi la keyword è normale che tu possa non trovare più la tua mappa. Ogni parola chiave è diversa dall’altra ed l’algoritmo di Google, in base alla pertinenza della tua mappa, a decidere con quale parola e per quali ricerche devi apparire.
      Ciao

  • Rocco

    Ciao e complimenti per l’articolo, uno dei migliori sull’argomento. Avrei una domanda da fare: Per quanto concerne una ricerca del tipo “hotel nomeregione” ci sono accorgimenti da utilizzare? Mi spiego, il nostro hotel è ben posizionato nei risultati di Google Maps per quanto concerne “hotel località” ma se ci spostiamo sul nome della regione in cui ci troviamo, il risultato cambia drasticamente. Come fare per rimediare? Grazie per la risposta

  • favalcatraz

    Ciao, ottima spiegazione… Io avrei la necessità però di velocizzare l’indicizzazzione delle mappe. Utilizzare adwords potrebbe aiutare?

    • No, AdWords non agevola la cosa in termini di indicizzazione e posizionamento organico.

  • Gian Piero

    Ciao Danilo, complimenti per l’articolo, chiaro e dettagliato. Una domanda: se alcuni Clienti fossero interessati ad essere inseriti su Places e su maps ma non sono in grado di farlo da soli, tu saresti interessato a realizzare l’inserimento? Mi spiego meglio, abbiamo una serie di Clienti potenzialmente interessati, fino a qualche tempo fa affidavamo la realizzazione pratica ad un informatico che inseriva i Clienti che noi contrattualizzavamo per il servizio. Non siamo rimasti soddisfatti del suo lavoro ed abbiamo interrotto il rapporto. Siamo alla ricerca di altro partner tecnico. Cosa ne pensi?

    • Ciao Gianpiero, mi ero perso il tuo commento. Mi dispiace. Comunque se hai bisogno per maggiori info scrivimi qui info @ danilopontone.it

  • Pingback: Cosa devono aspettarsi le Strutture Alberghiere dal 2016? | Hotel 2.0()

  • valentina

    io ho 2 profili aperto… uno google + l’altro google business!
    sull’articolo hai scritto che è meglio averne uno solamente poichè potrebbe essere un problema la visibilità.
    Secondo te quale sarebbe meglio lasciare?

    Inoltre ricercando “Hotel nella mia località” la struttura esce perfettamente ma ricercando “solo il nome della mia località” escono gli hotel vicini ma il mio no!
    Ho fatto svariate ricerche e studi ma ancora con esito negativo

    • Ciao Valentina nell’articolo non c’è scritto questo.

      Comunque si, sarebbe raccomandabile avere solo 1 pagina locale su Google My Business.

  • Pingback: Aggiungere l'azienda a Google Maps - Guida Rapida | Expoitalydv Pmi()