Google Social Search o Google (Twitter) Search?

Share on Facebook0Share on LinkedIn13Share on Google+0Tweet about this on Twitter0

A inizio settimana ho pubblicato il documento Strategie Integrate di Web Marketing Turistico. Capita proprio al momento giusto perchè in concomitanza con l’arrivo di Google Social Search.

Se hai letto il pdf che ho scritto saprai che parlo di integrazione di strategie per il settore turistico ricettivo: promozione di una struttura alberghiera a partire dal sito istituzionale supportata da attività SEO, SEM e Social Media Marketing.

google-social-search

Proprio quello che adesso si inventa di fare Google con questo nuovo servizio…

Google Social Search è per il momento disponibile solo su Google.com (a breve anche in Italia). Come funziona: sostanzialmente quando effettui l’accesso dentro il tuo account google e farai una ricerca su Google, otterrai tra i risultati del motore notizie condivise dai tuoi amici sui social network.

  1. Prima di tutto entri dentro il tuo account Google
  2. Segnali a Google in quali social network sei iscritto
  3. Google rileva i tuoi account social e relativi network di amici
  4. Quando farai ricerche potrai trovare tra i risultati notizie condivise sui social dai tuoi amici

Questo video te lo spiega brevemente:

Questo ti dovrebbe far capire come il SEO in senso stretto, pur essendo sempre fondamentale, adesso necessiti anche di altro. Mettiamo caso che tu abbia lavorato un sacco per posizionare il tuo hotel per la keyword “hotel verona”. Nonostante tu possa godere di ottima posizione, per me che accedo attraverso il mio google account, potrebbe non avere peso perchè per la ricerca Hotel Verona vedrò notizie e siti condivisi dai miei amici presenti nei social. Potrei ad esempio cercare un Hotel a Verona e trovare nella prima pagina il mio amico Marco che mi suggerisce un Hotel a 3 stelle, e poi il mio amico Alessandro che mi suggerisce un Hotel a 4 stelle e ancora la mia amica Giorgia che mi suggerisce un Bed and Breakfast e così via…

Capisci quindi come la SERP di Google risulti completamente sfasata. E’ come se venisse riadattata sulla base dell’attività social fatta dai miei amici. Ecco perchè parlo di integrazione, perchè persino Google adesso considera i risultati e suggerimenti provenienti dai social network con una certa rilevanza. E’ come se molte persone condividendo sui social il sito di una struttura ricettiva trasmettessero al motore di ricerca l’informazione che questa fonte è “gradita” a molti utenti/amici.

Ti faccio un esempio pratico tratto dal mio account google. Ho eseguito la ricerca per “Hotel Milano”. Ecco cosa mi compare nella prima pagina: clicca qui. L’Hotel che vedi è l’Enterprise di Milano e quel risultato Google lo prende direttamente dal profilo Twitter della struttura alberghiera ovviamente perchè io sono un suo Follower.

Quali sono i rischi (se ci sono)

  1. Se tutti i miei amici fossero una massa di incompetenti che condividono cose tanto per condividerle?
    Questa triste possibilità potrebbe anche esserci ma la cosa non la vedo così drastica. Non so te, ma io non sono solito andare a condividere cose che non mi interessano. Se io voglio condividere il sito dell’Hotel Pincopallo lo farò perchè lo ritengo una fonte valida o meglio ancora perchè ci ho soggiornato. Nessuno condivide senza uno scopo.
  2. Però i webmaster e web agency e realizzatori dei siti internet, potrebbero anche fare condivisioni solo per aumentare la popolarità “social” dei propri siti. Si è vero. Probabilmente anche io potrei condividere i siti con quest’ottica, ma magari lo farei per cercare di offrire contenuto di valore perchè reputo tali siti interessanti. Se tu sei mio amico e mi segui su Twitter, allora lo fai perchè in un certo senso ti fidi di quello che condivido e quindi…potrebbe tornarti utile quel sito condiviso da me che è apparso in una tua ricerca.
  3. Google Social Search vale solamente se tu sei loggato in Google. Ti basterà sloggarti per vedere la SERP “pulita”.

Google Twitter Search

Perchè il titolo del post l’ho ironicamente chiamato Google (Twitter) Search?

Perchè il motore di ricerca in realtà prende la stragrande maggioranza dei link condivisi da Twitter, come avrai visto nel video. E Facebook? Per ora non viene nemmeno menzionato! (in fondo non si sopportano proprio)

Ti ribadisco quindi di cavalcare bene la strada dei social network perchè i motori di ricerca stanno sempre più dando importanza alle risorse in essi presenti. Se ci fai caso Google considera Twitter, ma già Bing da qualche mese inserisce nella sua SERP risultati condivisi su Facebook :-)

Considerazioni

Penso che potrà rivelarsi una bella novità. I social network sono troppo importanti per essere tagliati fuori dalle ricerche che gli utenti compiono. Per il settore turistico ricettivo mercato italiano attualmente non vedo grandi vantaggi. Twitter è sempre più in crescita, ma pochi utenti lo utilizzano con la stessa costanza e spirito di condivisione di Facebook.

Una cosa però è certa. Per le strutture alberghiere questo nuovo servizio diventa fondamentale verso l’utenza straniera. Se in Italia Twitter viene usato poco, all’estero i numeri sono ben diversi e sicuramente più alti. Qualche straniero potrebbe condividere il sito o le offerte della tua struttura su Twitter e forse qualche beneficio lo potrai ottenere :-)

Tu cosa pensi invece? Se ti va lasciami un commento!

Danilo Pontone

Share on Facebook0Share on LinkedIn13Share on Google+0Tweet about this on Twitter0
The following two tabs change content below.
Consulente Web Marketing, SEO e Social Media Marketing per tutte le strutture alberghiere. Con Hotel 2.0 offre Consulenza e Servizi utili per impostare la migliore strategia di Promozione sul Web.
  • Elettrix

    Ciao Danilo!
    Penso che ce lo aspettavamo un po’ tutti questa cosa e come al solito ci sarà un bel trambusto all’inizio poi tutti ci faranno l’abitudine. Ora penso che per le aziende non ci sarà più scampo soprattutto quelle turistiche: o ci sei o verrai pian piano tagliato fuori.
    Ottimo il suggerimento su Twitter.

    • Ciao!
      Sottoscrivo quello che dici: ora non ci sono più scusanti. I social sono una strategia importante che deve essere integrata con le altre. Buon lavoro!

  • Elettrix

    Ciao Danilo!
    Penso che ce lo aspettavamo un po’ tutti questa cosa e come al solito ci sarà un bel trambusto all’inizio poi tutti ci faranno l’abitudine. Ora penso che per le aziende non ci sarà più scampo soprattutto quelle turistiche: o ci sei o verrai pian piano tagliato fuori.
    Ottimo il suggerimento su Twitter.

    • Ciao!
      Sottoscrivo quello che dici: ora non ci sono più scusanti. I social sono una strategia importante che deve essere integrata con le altre. Buon lavoro!

  • Ovvia che debba esser cosi’…
    Io invece penso che presto Facebook concorrerà direttamente con Google,sia come servizi e sia come search,in forndo nessuno come fb ha cosi’ tanti utenti loggati,dove conosce vita morte e miracoli di ogni singolo utente,le ricerche ipotetiche fatte da un futuro fb motore di ricerca saranno sicuramente piu’ precise e personalizzate di google,ecc..ecc..ecc..
    non so se son stato chiaro!

    • Sei stato molto chiaro Alfredo, un pensiero senz’altro condivisibile :D

  • Ovvia che debba esser cosi’…
    Io invece penso che presto Facebook concorrerà direttamente con Google,sia come servizi e sia come search,in forndo nessuno come fb ha cosi’ tanti utenti loggati,dove conosce vita morte e miracoli di ogni singolo utente,le ricerche ipotetiche fatte da un futuro fb motore di ricerca saranno sicuramente piu’ precise e personalizzate di google,ecc..ecc..ecc..
    non so se son stato chiaro!

    • Sei stato molto chiaro Alfredo, un pensiero senz’altro condivisibile :D

  • Io sono d’accordo con te, per adesso il risvolto interessante di quest’innovazione riguarda l’utenza straniera, Twitter è diffuso troppo poco in italia. A tal proposito penso che i siti Internet alberghieri, a parte rispettare i criteri di accessibilità, usabilità ed essere gradevoli, dovrebbero essere tradotti “un po’”meglio… questo valeva anche prima, certo, ma a maggior ragione dovrebbe essere così adesso, mi sembra un aspetto spesso trascurato.

    • Maria Luisa grazie del commento che trovo molto opportuno. Effettivamente la comunicazione è un aspetto molto importante. Avere siti non tradotti bene non offre di certo una bella immagine verso l’utenza straniera. :)

  • Io sono d’accordo con te, per adesso il risvolto interessante di quest’innovazione riguarda l’utenza straniera, Twitter è diffuso troppo poco in italia. A tal proposito penso che i siti Internet alberghieri, a parte rispettare i criteri di accessibilità, usabilità ed essere gradevoli, dovrebbero essere tradotti “un po’”meglio… questo valeva anche prima, certo, ma a maggior ragione dovrebbe essere così adesso, mi sembra un aspetto spesso trascurato.

    • Maria Luisa grazie del commento che trovo molto opportuno. Effettivamente la comunicazione è un aspetto molto importante. Avere siti non tradotti bene non offre di certo una bella immagine verso l’utenza straniera. :)

  • Vero, anche io noto che c’è molto più twitter che facebook…

    Bisogna tenerne conto in un’ottica di pianificazione della social search….

  • Vero, anche io noto che c’è molto più twitter che facebook…

    Bisogna tenerne conto in un’ottica di pianificazione della social search….