Google dice NO a Carousel: cosa cambia per gli Hotel?

googlecarouselhotel
Share on Facebook39Share on Google+28Share on LinkedIn15Tweet about this on Twitter58

Lo avevo preannunciato in un articolo di fine Agosto. C’era qualche scettico ma alla fine Google Carousel, salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, si estinguerà.

googlecarouselhotel

Come si può leggere anche su O’Rourke Hospitality, Google ha “ucciso” il Carousel.

Se ricordi, il Carousel è la striscia nera di immagini che possono presentarsi nella parte superiore di un risultato di ricerca locale di Google, ne parlavo proprio nell’articolo di Agosto.

Ora ci sono tanti aspetti interessanti da approfondire.

COSA C’E’ AL POSTO DI CAROUSEL?

Ecco una foto tratta dal blog O’Rourke relativa ad una ricerca su Google.com:

GoogleNoCarousel

Compare un box sotto i primi 3 annunci a pagamento di Adwords. Questo box mostra per ciascuno dei tre hotel: rating di stelle, una foto e un piccolo trafiletto descrittivo, tutti elementi prelevati dalla pagina Google+ delle strutture. Si visualizza anche un prezzo, che viene dalla HPA di Google (Hotel Price Ads): il sistema che consente di fare vedere subito nelle SERP di Google i prezzi delle camere tramiet il booking engine adottato dalla struttura.

Se una struttura è presente all’interno del box ma non “partecipa” a Google HPA, potrà vedere comparire un link al posto del prezzo. Cliccando questo link vi porterà al sito web dell’hotel. Direi una bella cosa in quanto incoraggia prenotazioni dirette (viva la disintermediazione). All’interno di questo box inoltre, come si può notare, l’utente può modificare le date e ordinarli per prezzo, punteggio e categoria.

Facendo clic su un hotel all’interno del box il risultato della ricerca di Google si presenta così:

dettaglio-GoogleHPA

Compaiono più informazioni sull’hotel, sempre provenienti dalla pagina Google+ dell’hotel (anche recensioni). Ma compaiono pure possibili portali sui quali si può fare una prenotazione.

Tornando all’immagine precedente, se si dovesse cambiare la data di prenotazione, punteggio, ordinamento del prezzo o se si cliccasse su “More Hotel” in fondo al box, si viene dirottati su Google Hotel Finder, che ormai avrai imparato a conoscere e che mostra un elenco di tanti hotel sulla mappa della città cercata.

hotelfindergoogle

PERCHE’ GOOGLE HA “UCCISO” CAROUSEL?

Un recente studio condotto da Kenshoo rivela che il 58% dei turisti e il 64% dei viaggiatori d’affari iniziano sempre la pianificazione di viaggio sui motori di ricerca come Google. Queste percentuali fanno pensare che se si direzionassero le persone ad usare i prodotti di Google, ce ne sarebbero più ricavi per lui.

I viaggiatori possono prenotare attraverso le opzioni elencate in Google HPA / Google Hotel Finder e in cambio Google genera una parte degli introiti su base CPC. In base a questo, Carousel non era il sistema migliore per mettere i prodotti HPA e Hotel Finder in primo piano nelle SERP di Google.

Certamente, Carousel era conveniente per l’utente finale in quanto a vista d’occhio (fascione nero) poteva visualizzare hotel, punteggi e prezzi e scorrerli in maniera rapida, ma l’opportunità di monetizzazione non era un gran che per Google.

In poche parole, Carousel, come si è sempre detto e sospettato era troppo troppo invadente.

COSA CAMBIA PER LE STRUTTURE ALBERGHIERE?

Questo avrà senz’altro un impatto sui risultati organici di ricerca, ma bisognerà aspettare ancora parecchio prima di capire quali saranno le variazioni. Di sicuro c’è che tra annunci Pay Per Clic di Adwords e questo nuovo elenco di 3 hotel nel box, i risultati organici di ricerca perdono visibilità. A seconda delle dimensioni dello schermo del computer, si potrebbe anche non vedere i risultati organici se non scorrendo la pagina.

Il Pay Per Clic poi diventerà sempre più importante. Gli utenti potrebbero semplicemente fermarsi ai risultati (a pagamento) situati sopra il box. Carousel potrebbe essere stato fatto fuori proprio perché distoglieva l’attenzione anche dagli annunci a pagamento. Sfortuna vuole che nei primi tre risultati sponsorizzati, spesso e volentieri, c’è la totale invasione delle OTA.

Un’altra cosa certa è che questo cambiamento pone più l’accento sulle pagine Google+. Si, perché tutte le informazioni presenti nel box e nelle mappe vengono prelevate dalle pagine Google+. Bisogna quindi puntare molto di più al social di Google, perché in base ad una specifica ricerca dell’utente, solamente le pagine più performanti avranno la possibilità di comparire in anteprima nei 3 risultati del box.

E’ ancora tutto in evoluzione e forte cambiamento, magari Google ci rifletterà bene su Carousel. Ma comincia a porre maggiore attenzione al mondo Google. Chi ben comincia, è a metà dell’opera.

Share on Facebook39Share on Google+28Share on LinkedIn15Tweet about this on Twitter58